L’utilizzazione su posto di sostegno non modifica la titolarità docente ai fini della valutazione del servizio

Eva – sono una docente di Scuola Primaria entrata di ruolo nell’anno 2014-15 e sempre in tale anno ho concluso la specializzazione sul sostegno. La sede definitiva assegnatami per l’anno 2015-16 risultava essere su posto di lingua in una scuola nel comune X ma ho chiesto ed ottenuto utilizzazione su posto di sostegno in una scuola del comune Y. Per l’attuale anno 2016-17 ho chiesto ed ottenuto trasferimento definitivo su posto di sostegno nella scuola Y (la stessa quindi dell’utilizzazione del precedente anno). Per quanto riguarda il calcolo del punteggio nella graduatoria interna di istituto, l’anno di utilizzazione potrà essere conteggiato 12 punti in questo caso? Grazie.

Graduatoria interna e punteggio di continuità: si valuta anche se il docente è in utilizzazione per altra tipologia di posto

Maria – Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia e vorrei sottoporre alla vostra gentile attenzione una questione che mi interessa da vicino riguardante la graduatoria interna di istituto. La domanda è questa: una docente che ha ottenuto per diversi anni l’utilizzazione a domanda (volontaria) su sostegno, passando dalla scuola dell’infanzia (comune) a sostegno infanzia in altra scuola e Comune diverso da quello dell’istituto di appartenenza senza essere risultata perdente posto bensì per sua comodità (essere vicino a casa), ha diritto comunque alla continuità?

Cattedre Orario Esterne: non è prevista una composizione “mista” con ore di diverse classi di concorso

Salve sono una insegnante entrata di ruolo l’anno scorso nella classe di concorso A051, ma abilitata anche nelle classi A 050 e A 043. Attualmente occupo una COE di A051 su due istituti  gestiti da presidi diversi. Visto che il prossimo hanno ci sarà l’organico unico mi chiedevo se potessi accumulare tutte le 18 ore nella scuola da cui sono gestita (o in altri istituti che dipendono da essa)  tenendo conto di spezzoni che fanno parte della classe di concorso A050, visto che sono abilitata anche in questa classe di concorso. E se è possibile devo produrre qualche domanda in particolare? Grazie

Docente trasferito con domanda condizionata: se non sarà soddisfatto per il rientro nella scuola di ex-titolarità rimarrà nella nuova sede

Rossella – Sono attualmente titolare su classe A051 in un liceo scientifico, trasferita a seguito di soprannumerarietà da un liceo classico nell’a.s. 2014-2015. Quest’anno, come l’anno scorso, ho intenzione di chiedere rientro nell’ex scuola di titolarità (l’ottennio è in corso), ma cosa accadrebbe se anche quest’anno non ottenessi il movimento richiesto? Mi riferisco alla possibilità di essere assegnata all’ambito, modalità che non ho ben compreso. Grazie per la disponibilità

Graduatoria interna “unica” senza distinzione tra titolari di scuola e titolari di ambito

Scuola – Buongiorno, per quanto riguarda la graduatoria interna, abbiamo due docenti di potenziamento (1 su inglese e l’altro su pianoforte) con incarico triennale dal 01/09/2017; va fatta una graduatoria a parte per il potenziato o ognuno va in coda alla rispettiva classe di concorso. Grazie, buona giornata.

Graduatorie Permanenti ATA: il servizio nelle scuole paritarie non è titolo d’accesso

 

Anna – Spett le redazione mi chiamo Anna e sono iscritta nella graduatoria di terza fascia del personale ATA. In vista dell’ aggiornamento della stessa vorrei un chiarimento: io ho maturato 24 mesi di lavoro come assistente amministrativo presso una struttura privata PARITARIA, questi mesi sono validi per inserirli nell aggiornamento e quindi passare alla prima fascia o deve essere solo scuola statale? Attendendo notizie porgo, cordiali saluti

Esclusione dalla graduatoria interna di istituto. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, Una docente ha ottenuto la l. 104 per la zia. Mi sembra di capire che devo inserirla nella graduatoria interna d’istituto in quanto la zia non permette l’esclusione. Per quanto riguarda la presentazione della domanda per il commissario esterno la docente è obbligata o ha la facoltà di scegliere? un grazie per l’attenzione. Dalla segreteria dell’Istituto.

Prolungamento congedo parentale figli con handicap. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Si chiede il seguente quesito Docente di scuola primaria con figlio disabile con gravità (art. 3 comma 3 LEGGE 104/92) NATO IL O4/7/2012, ha chiesto di usufruire del congedo parentale frazionato ,  ha già superato i sei mesi, e continua a chiedere altro congedo parentale asserendo di avere diritto  fino al compimento del 12° anno di vita del figlio  ad un massimo 36  con il 30% di retribuzione per tutto il periodo . Il coniuge ha rilasciato dichiarazione di non aver mai fruito di congedo parentale per il figlio. Si chiede se effettivamente dovrà essere concesso il congedo parentale richiesto come richiesto e se la docente ha diritto fino a mesi 36 per il figlio disabile in gravità.

Supplenze fino a 10 giorni. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, sono un’assistente amministrativa e vorrei sapere se nel conferimento di una supplenza breve di scuola primaria inferiore a 10 giorni, dopo aver scorso le GI senza trovare disponibilità tra gli aspiranti con la precedenza, posso contattare anche gli aspiranti senza precedenza per la copertura di cattedre che altrimenti rimarrebbero scoperte. Grazie

Continuità del servizio. Chiarimenti per la scuola

Scuola  – Buongiorno, Una docente ha ottenuto la titolarità sulla mia scuola, non su ambito, dal 01.09.2016. l’anno scorso la medesima era in assegnazione provvisoria presso la mia scuola. DOMANDA è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? Un docente con decorrenza giuridica di ruolo 01.09.2015 ed economica 13.07.2016 ha prestato servizio nella mia scuola nell’anno scolastico 2015/2016. Ha differito la presa di servizio al termine degli esami di maturità, da me commissario interno, e ottenuto ad agosto 2016 in fase C con chiamata diretta la mia scuola. DOMANDA è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? Un docente con decorrenza giuridica di ruolo 01.09.2015 ha svolto servizio fino ad agosto 2016 in una scuola del mio stesso comune ed è arrivato in fase C con chiamata diretta nella mia scuola l’ 01.09.2016. è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? un grazie per l’attenzione Dalla segreteria dell’Istituto.

Docente neo-immesso nel corrente anno scolastico con incarico triennale: è titolare su ambito e non è obbligato a presentare domanda di trasferimento

Paola – Sono una docente di scuola secondaria inferiore immessa in ruolo nel settembre 2016. La mia domanda è semplice: sono obbligata a fare domanda di mobilità visto che vorrei rimanere nella scuola dove insegno e non posso metterla tra le 5 preferenze? Cosa succede se non produco domanda? Grazie per la cortese risposta! Vi prego di rispondermi! Cordiali saluti

Trasferimento per docente con incarico triennale: preferenze su scuole diverse da quella di incarico e su ambiti diversi da quello di titolarità

Paola –  Ho intenzione di fare domanda di mobilità e la mia situazione è questa:
sono titolare su ambito 07  con contratto triennale nella scuola X ma su assegnazione provvisoria nella scuola Y, dove tra l’altro  ho fatto l’anno di prova .
Vorrei restare sull’ambito 07 e provare ad avere la titolarità proprio sulla scuola Y.
Sono un po’ confusa su quello che devo fare.

Organico unificato negli IC: graduatoria interna unica per ogni classe di concorso e nuova titolarità per i docenti

Pasquale – Sono un docente di scuola secondaria di I grado. Attualmente la mia sede di titolarità è presso un istituto che fa parte di un IC. Io dall’anno prossimo faccio automaticamente parte dell’organico di tutto IC ho devo fare domanda di mobilità sull’IC dato che nella mia sede attuale si perdono delle cattedre? Grazie

Trasferimento su scuola richiesta con preferenza analitica: la titolarità sarà nella scuola e il docente non sarà interessato da incarico triennale

Mirella – Sono un’insegnante scuola primaria in ruolo dall’anno scolastico 2011-2012,quest’anno vorrei chiedere trasferimento e richiedere solo 5 scuole, se dovessi ottenerlo che tipo di contratto mi farebbe la scuola? Quello triennale o il contratto che ho adesso nella scuola in cui sono titolare? Grazie

Trasferimento su sostegno: il vincolo quinquennale deve essere ripetuto dai docenti che “ritornano” sul sostegno

M.A. –  Sono una docente che l’anno scorso ha ottenuto il trasferimento interprovinciale da materia a sostegno, rientrando finalmente in provincia. Poiché, immessa in ruolo su sostegno nel 2009, ho già superato una prima volta il vincolo quinquennale, vorrei sapere se questo nuovo trasferimento implica un nuovo vincolo, oppure posso fare domanda per passare sulla materia. Certa di una sua risposta, porgo cordiali saluti.

Cattedre Orario Esterne: per la loro costituzione non è possibile utilizzare spezzone orario “liberato” da part-time

Massimiliano – Sono un insegnante di ruolo della scuola secondaria di primo grado che vorrebbe chiedere un trasferimento. Mi sto informando nelle scuole che ho selezionato per il trasferimento se ci sono posti che si libereranno. L’unica possibilità che ho individuato è una docente che ha chiesto il part-time.
Volevo sapere se lo spezzone residuo di 9 ore che lascia la docente  può essere utilizzato per la formazione di una cattedra oraria esterna a cui possa avere accesso con la domanda di mobilità. Grazie

Anno di prova: previsto per neo-immessi e per passaggio di ruolo, ma non per trasferimento da sostegno a posto comune

Manuela – Nel corrente anno scolastico chiederò trasferimento da posto di sostegno (scuola primaria) a posto comune nello stesso ordine di scuola. Vorrei capire se dovrò ripetere l’anno di prova già effettuato 5 anni fa nel momento in cui sono passata di ruolo sul sostegno. Grazie come sempre del prezioso servizio.

Domanda di trasferimento: presentarla non costituisce garanzia per ottenere il movimento

Monica – Gentilissima Lalla, essendo la prima volta che partecipo alla domanda di mobilità, ho molte domande. Sono andata di ruolo a settembre 2016 con vincolo triennale nella provincia relativa alla GAE in cui ero inserita e nell’ambito che desideravo, ma perdo ugualmente troppo tempo in macchina ogni giorno per andare al lavoro ed avendo tre figlie non posso trasferirmi. Pertanto pensavo di tentare l’avvicinamento mettendo nella domanda di mobilità soltanto le cinque scuole del mio Comune di residenza.

Il dottorato di ricerca è valutato nell’anzianità di servizio.

Alessia – Buonasera, a partire da quest’anno, ho un contratto a tempo indeterminato nella scuola pubblica. Di recente, mi è stato proposto da un docente universitario di fare il dottorato con lui. Si tratta, quindi, di chiedere un’aspettativa retribuita di 3 anni. Leggo informazioni poco chiare, però, sulle quali chiedo dunque un’informazione: il dottorato e la conseguente aspettativa portano ad un punteggio ma il servizio in quei tre anni viene conteggiato? Chiedo, inoltre, un’altra informazione: il dottorato è stato proposto anche ad una collega a tempo determinato, nel suo caso l’aspettativa come funziona? Sarà retribuita? Grazie anticipatamente per la risposta. Un saluto.

Precedenza tutela legale. Chiarimenti

Amelia -docente di scuola primaria, assunta a tempo indeterminato con la fase C dalle GAE, lo scorso anno a Reggio Emilia. Quest’anno sono in assegnazione provvisoria a Benevento vicino casa. Volevo chiederle con la nuova mobilità è valida la precedenza per una tutela legale nei trasferimenti interprovinciali, in quanto ho la sede al nord? Grazie per la sua disponibilità e distinti saluti.