Esclusione graduatoria interna e assistenza al genitore. Chiarimenti

Antonella  – Avrei bisogno di un chiarimento da parte vostra. Insegno in un istituto Comprensivo di Catania e usufruisco da sei anni della legge 104 (art 3 comma 3) per l’assistenza di mia madre. Fino ad ora ho usufruito sia dell’esclusione dalla graduatoria, sia dei tre giorni di esenzione dal servizio. Nella nuova graduatoria però la 104 non è stata valutata, quindi sono stata inserita in graduatoria. Ho chiesto il motivo e mi è stato detto che non posso usufruire dei vantaggi della 104 in quanto non sono residente con mia madre. Domanda: è una novità? Hanno sbagliato in questi sei anni? Sbagliano ora? In questo caso, potreste darmi i riferimenti normativi? Non faccio in tempo a fare ricorso, ma questo non è un grosso problema, in quanto comunque sono quarta in graduatoria. Però vorrei avere le idee chiare a settembre, quando presenterò di nuovo la documentazione per avere la possibilità di usufruire dei tre giorni di esenzione. Grazie per l’attenzione.

Precedenza assistenza genitore e convivenza

Docente – Può un docente richiedere assegnazione per assistenza ad un genitore disabile l 104 che presenta tali caratteristiche:A. il docente richiedente AP è referente unico ma non convivente col il genitore B. il docente richiedente AP è referente unico e ha la stessa residenza del genitore ovvero medesimo indirizzo ma cambia interno perchè trattasi di due distinti appartamenti locati nel medesimo edificio? Per quanto ho letto direttamente sull’accordo siglato al MIUR mi pare di si , piuttosto mi pare di aver capito che la residenza, quest’anno, viene richiesta per il solo ricongiungimento al genitore non disabile che dovrebbe avere medesima residenza del docente richiedente, tuttavia leggo pareri contrastanti. Grazie mille per l’attenzione.

Assegnazione provvisoria per docente che ha ottenuto passaggio di ruolo: sarà possibile chiedere AP, ma solo nel nuovo grado di titolarità

Alessandra  – Sono di ruolo nella primaria sostegno a Milano. Quest’anno essendo abilitata ho chiesto il passaggio di ruolo all’infanzia sostegno a Siracusa provincia di residenza. Ho ottenuto il movimento in una delle 5 scuole indicate ma non nel comune di residenza, ma in un paese abbastanza lontano. Ti chiedo devo rifare l’anno di prova? Posso chiedere l’assegnazione provvisoria in un comune più vicino a quello mio di residenza e caso mai fare lì l’anno di prova? Grazie

ATA ed esclusione graduatoria interna. Chiarimenti per il dirigente

Dirigente scolastico – Buongiorno, vorrei porvi il seguente quesito: graduatoria  istituto profilo coll.re scolastico a tempo indeterminato. premesso che il   Bianco: -è divorziato , con sentenza del giudice ha in affido condiviso il proprio figlio portatore di H; – l’ex moglie coll.re è  dipendente di altra amm.ne pubblica; il  sig. Bianco per un certo periodo (2014) usufruiva anche dei 3 giorni di permesso per il figlio; successivamente usufruiva dei permessi per la propria madre (fino alla sua morte); nel corrente anno il Sig. Bianco usufruisce dei permessi L. 104 per la propria zia. alla luce di ciò il sig. Bianco ricorre avverso la graduatoria d’istituto e ne chiede il NON inserimento in quanto : ” il proprio figlio è portatore di H Legge 104/92 art. 3 comma 3 “. vi sono le condizione per soddisfare tale richiesta? l’ex moglie deve rilasciare dichiarazioni? Grazie.

Docente soprannumerario: se ha già chiesto trasferimento volontario è obbligato a presentare anche domanda cartacea?

Assunta – Oggi ho ricevuto la comunicazione di essere soprannumeraria, ma io avevo già presentato domanda di trasferimento interregionale (sono di ruolo a Vicenza ma voglio rientrare in Sardegna), cosa devo fare? Ripresentare la domanda? Leggendo l’ordinanza io ho capito che non è necessario ripresentare una nuova richiesta di trasferimento. Aspetto con ansia un vostro consiglio. Grazie

Graduatorie di istituto: superamento concorso dà punti anche se non c’è ancora la graduatoria di merito

Fabio – Dovendo compilare la domanda di aggiornamento delle graduatorie di istituto di II fascia ed avendo superato ad inizio anno la prova orale del concorso per la scuola primaria, avevo chiesto all’USR del Veneto di rilasciare una attestazione dalla quale risultasse il superamento delle prove ai fini dell’inserimento del titolo concorsuale nella domanda di aggiornamento.

Graduatorie di istituto infanzia e primaria, come valutare servizio specifico e non specifico

Si chiede gentilmente se relativamente alla II fascia

  • si può scegliere di  dirottare nella graduatoria  della scuola Primaria, il servizio prestato nell’ infanzia   e in tal caso, se vale come punteggio intero o  metà.
  • Il servizio  prestato nella scuola  Primaria può essere inserito anche nella graduatoria della scuola dell’ infanzia  come non specifico.Grazie
Graduatoria interna di istituto: sono previste distinzioni per i docenti con incarico triennale nella scuola?

Assunta –  Lo scorso anno ho partecipato alla chiamata diretta nel mio istituto e sono stata selezionata. Io e altre due colleghe di inglese siamo state prese sui tre posti disponibili. Dopo qualche tempo una collega, che non aveva prodotto domanda per la chiamata diretta, è stata inviata dall’Ufficio Scolastico Provinciale su un posto inesistente. Nella graduatoria di istituto la collega è stata inserita alla pari di chi si è sottoposto alla selezione e, avendo più punteggio sul servizio, risulta la prima. Ora che ci sarà una perdente posto, visto che il suo posto non esisteva, è  corretto e legale che ad andarsene sia un’altra? Qual è il riferimento normativo? Grazie

Servizio pre-ruolo e valutazione punteggio: differenze tra mobilità volontaria e mobilità d’ufficio

Lucia – Sono un insegnante di scuola dell’infanzia su posto comune a tempo indeterminato, visto la  chiusura di due sezioni nel circolo 4 insegnanti risultano perdenti posto e tra questi insegnanti  risulto anche io. Ho presentato, quindi, domanda di  trasferimento  calcolando i due anni di pre-ruolo 3 punti per ogni anno  come di norma. Con l’uscita dei trasferimenti ho notato che alle colleghe il servizio pre-ruolo è  stato valutato 6 punti per ogni anno. Adesso  mi chiedo è  stato un errore oppure c’è  una nuova normativa. Attendo un vostro chiarimento. Grazie

Assegnazione provvisoria e ricongiungimento al coniuge: può essere chiesta nel comune in cui non risiede da almeno tre mesi ?

Stefania – Sono un’insegnante di sostegno di ruolo della scuola primaria. Lavoro nel comune X della  provincia di Roma e vorrei chiedere l’assegnazione provvisoria in altro comune Y della stessa provincia, dove mio marito lavora. Non abbiamo la residenza nel comune Y e  stiamo cercando di chiederla adesso. Sarà possibile che me l’accettino anche con una residenza ancora non accettata, solo con un eventuale domicilio? Un saluto

Graduatorie di istituto: non intasare le segreterie scolastiche di documenti che non danno punteggio

Maria – Vorrei porvi un’altra domanda sempre in merito alle graduatorie: nel caso di supplenze di 10 giorni e dunque che non danno alcun punteggio, devo inserire comunque il servizio prestato?. In merito invece ad attestati che non rilasciano punteggio, devo allegarli alla domanda? Per qunto riguarda invece i documenti che attestano la pubblicazione di alcune mie poesie in un’opera letteraria, devo allegare tali documenti o non serve dato che hanno stabilito che non hanno alcun valore?. Grazie

Docente soprannumerario: viene individuato nell’organico dell’autonomia a prescindere dalla cattedra di servizio (organico di diritto o di potenziamento)

Rosanna – Sono titolare di cattedra da 4 anni presso una scuola secondaria di I grado. Dopo l’apertura della cattedra di potenziamento, l’anno scorso é stata trasferita in fase A, per mobilità volontaria, una docente della stessa materia. Mi chiedo se la cattedra di potenziamento dovesse essere cassata chi delle due diverrà soprannumeraria? Chi risulterà ultima in graduatoria d’istituto?  Nessun diritto di rimanere sul mio posto visto la precedenza di titolarità? Grazie

Docente scuola Primaria titolare su sostegno CH: se dichiarato soprannumerario ha precedenza per trasferimento nella stessa scuola su posto EH o DH

Anna – Sono una docente di sostegno di scuola primaria. Nel corso dell’ultimo anno sono stata titolare su posto udito e, considerato che l’alunna frequentava l’ultimo anno, ho presentato domanda di mobilità volontaria da posto udito a posto psico indicando tra le preferenze solo la mia scuola di titolarità. A giugno sono stata individuata come soprannumeraria e sono stata invitata dalla segreteria a presentare o domanda condizionata di trasferimento o una dichiarazione in carta semplice che rinviasse alla domanda volontaria già presentata; ho optato per la seconda opzione.