Si recuperano le ore per uscita anticipata degli alunni?

Massimiliano  – insegno in una scuola media a tempo prolungato. Lunedì 18 dicembre, ultimo giorno di scuola, gli alunni del tempo prolungato, che di solito escono alle 16,30, usciranno alle 13,30 perchè in quel giorno non è attivo il servizio mensa. Io sarei dovuto essere di servizio proprio in quel giorno dalle 13,30 alle 16,30 e non potendo effettuare la prestazione lavorativa la dirigente afferma che dovrò recuperare quelle ore non effettuate. E’ corretta l’intenzione della dirigente?

La mobilità professionale non è soggetta al vincolo triennale ma ad un biennio

Roberta – dopo aver letto la parte relativa al passaggio di ruolo sul CCNL e dopo varie risposte apparse anche su Orizzonte Scuola avevo capito che fosse possibile chiedere il passaggio di ruolo anche interprovinciale nell’anno seguente il superamento dell’anno di prova. Ebbene, proprio oggi ho parlato con una funzionaria dell’usp della mia provincia che mi ha detto che il passaggio di ruolo si può chiedere solo dopo aver superato il vincolo triennale. E’ così? Grazie.

Riduzione oraria per allattamento ed errata interpretazione della scuola

Francesca – Sono un insegnante di religione cattolica con 12 ore settimanali di insegnamento nella stessa scuola. Ho appena terminato la maternità obbligatoria e la bimba ha appena compiuto 3 mesi. Ho chiesto le ore per allattamento ma la mia scuola dice che non possono darmele.  Io come orario ho: Martedì : 8-9 Mercoledì: 10-14 Venerdì : 8 – 14 con due buchi( uno per ricevimento genitori)  Sabato: 10-13 Ho chiesto d prendere ogni giorno 1 ora in modo tale da fare: Martedì: niente Mercoledì: 10-13 Venerdì: 8-13 Sabato : 10-12  Mi è stato rifiutato dicendomi che dal momento che sono sotto le 13 ore non mi spettano ma che potrebbero interpretare la legge con una via di mezzo e non darmi l’ora di allattamento del martedì e gli altri giorni deciderebbe la scuola in quale ora della mattina darmela.  Mi chiedo: si può interpretare la legge? E nel caso..fare una via di mezzo non è contraddittorio??  Io vorrei solo fare le cose correttamente.. Se mi viene detto che ogni giorno posso fare 1 ora di allattamento vorrei che fosse applicato.. Se invece mi viene detto che la legge dice di no allora mi rassegno .  Mi chiedo anche se nei giorni dove ci sono collegi CdC scrutini etc… Posso sempre richiedere l’ora di allattamento se qst cadono nel mio giorno libero? Vi ringrazio.

Vacanze di Natale e conferma della supplenza anche per la docente in maternità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Salve, abbiamo un docente titolare di ruolo assente fino al 22/12/2014 (formalmente rientra in servizio durante le festività) ;  è sostituito da una supplente che non ha assunto servizio in quanto in astensione obbligatoria e che a sua volta è sostituita da una supplente. Nel momento in cui la docente titolare di ruolo  si assenterà ancora dal 7/01/2014 per altre due settimane,  la continuità didattica riguarderà solo la supplente che fisicamente era in classe o è tutelata anche quella in maternità e le dovrò fare il contratto? Grazie.

Congedo per malattia del figlio prima che siano trascorsi i 3 mesi dopo il parto

Docente – Ho una figlia di 12 giorni e ieri è stata male..oggi ho portato il certificato a scuola e la segretaria mi ha detto che il preside mi darà congedo parentale e non per malattia della bambina perché anche se è disoccupata vale l’astensione obbligatoria della mia compagna (quindi oltre a non lavorare e a non aver richiesto astensioni non siamo nemmeno coniugati)può farlo? Non ho trovato riferimenti su questo caso nelle vostre guide. Grazie.

Calcolo ferie del personale ATA in regime di Part – Time

Luciana – Buonasera, Sono un’ata con contratto dal 10 settembre 2014 fino al trenta giugno 2015. Ho più di 4 anni di anzianità di servizio. Svolgo 12 ore suddivise in due giorni settimanali su due scuole. A quanti giorni di ferie e festività ho diritto x ogni scuola? Lo chiedo perché le due scuole mi hanno fatto calcoli diversi. Grazie

Immissione in ruolo per qualcuno potrebbe essere inaspettata

Claudia – mi sono laureata in economia e commercio vecchio ordinamento nel lontano 1993 e abilitata all’insegnamento per la A048 con il concorso del 2000-2001 non ho mai ricevuto un incarico nella scuola pubblica, sono riuscita a fare un pò di punteggio nella privata ma dopo anni di fila d’attesa, per cui non ho un buon punteggio anche perchè la A048 è una classe di concorso che non scorre per niente.

ATA: la valutazione del servizio di collaboratore scolastico in III fascia come AA e la mobilità professionale

Elisa – Buongiorno, volevo sapere se i punti che si acquisiscono facendo le supplenze come collaboratore scolastico, fanno punteggio anche per il profilo di amministrativo. Inoltre le chiedo se lavorando come collaboratore scolastico esistano dei concorsi interni alle scuole che possano far avanzare di posizione diventando tecnico o quant’altro. Volevo domandarle se questo è vero e quali concorsi per quali posizioni può partecipare un collaboratore scolastico. Cordialmente

Congedi parentali e sospensione delle attività. Chiarimenti per la scuola

Scuola –  avrei necessità di un suo parere sulla seguente situazione: Un docente assente per congedo parentale, interrompe tale congedo dal 09/12/2014 al 23/12/2014 per malattia del figlio. Dal 24/12/2014 al 06/01/2015 le lezioni sono sospese per vacanze di Natale. Il 07/01/2015 il docente in questione si assenta nuovamente per congedo parentale. Si presume che il docente durante il periodo di sospensione delle attività didattiche è in servizio solo per le attività funzionali all’insegnamento. Si chiede :  1) Per la supplente da nominare il 07/01/2015 si deve applicare il comma 5 art. 7 del D.M. 131/2007. 2) Il periodo di sospensione NON è da computare nel congedo parentale.3) Che cosa cambia se la docente fa pervenire una formale ripresa di servizio nel periodo di sospensione delle attività. Grazie e Buon Natale.

Graduatoria interna di istituto per il neo immesso in ruolo

Rosa – Sono una docente di scuola secondaria primo grado e  gradirei una delucidazione circa la graduatoria interna, a mio avviso destinata ai docenti già di ruolo e non a chi ha solo avuto la nomina in ruolo. Vengo al dunque: una docente nominata in ruolo nel 2012 per motivi di famiglia è stata in aspettativa fino a quest’anno scolastico. Sta facendo effettivamente l’anno di formazione da novembre 2014. La segreteria l’ha inserita in graduatoria d’istituto già lo scorso anno, in coda, ora io Le chiedo se è giusto anche perché quest’anno magari la inseriranno non più in coda e ciò muoverebbe me per pochi punti. Non avendo fatto l’anno di formazione non è ancora completamente di ruolo quindi a mio parere non doveva essere inserita o sbaglio? Confido in una sua risposta ringraziandola anticipatamente.

Aspettativa per motivi di famiglia e anno di prova

Cinzia – Gent.ma redazione ho un problema che non riesco a risolvere. Sono entrata di ruolo quest’anno in una provincia diversa da quella della mia residenza. Sono andata a scuola regolarmente tutti i giorni nel mese di settembre ma dai primi di ottobre ho preso un periodo di congedo parentale per mio figlio piccolo. Purtroppo non riesco a coprire tutto l’anno scolastico con i sei mesi di congedo e vorrei chiedere al termine di questo periodo, due mesi di aspettativa non retribuita per motivi personali più o meno subito dopo Pasqua. Posso farlo, nonostante non abbia superato ed effettivamente prestato l’anno di prova? Può il D.S. negare la mia richiesta? Avete qualche suggerimento da darmi oltre all’alternativa dell’aspettativa? Grazie di cuore se vorrete rispondermi.

Se la scuola persevera nell’invio della visita fiscale

 Docente – sono una docente T.I. in servizio presso un istituto superiore. Da circa due anni, a causa di una brutta patologia medica,  la commissione medica per l’accertamento dell’invalidità civile della mia Asl di appartenenza, mi ha certificata l’Invalidità Civile.  Con premura, ho provveduto ad inoltrare alla mia amministrazione copia del verbale rilasciato dalla suddetta commissione. Quando mi assento dal servizio per questa patologia, pur dichiarando telefonicamente a scuola,  che l’assenza per malattia è per “stato patologico sotteso a situazione di invalidità riconosciuta” – come regolarmente attestato dal mio medico curante, attraverso specifica spunta della casella inserita nel certificato telematico, la scuola continua ad inviarmi la visita fiscale, noncurante delle normative vigenti in merito, procurando,  tra l’altro, un inutile aggravio per l’erario. Ho chiesto ad altre colleghe di istituti diversi della mia zona, se nelle loro scuole, in situazioni di assenza simili alle mie, venga richiesta dal D.S. la visita fiscale – risposta: non viene inviata. Come devo comportarmi e far valere eventuali mie prerogative? E’ il caso di informare la Direzione Regionale? Il Provveditorato?

Presa di servizio differita durante le vacanze di Natale

Floriana –  Mio marito, che a causa di un grave infortunio ha differito la presa di servizio, vorrebbe assumere servizio effettivo il 23 dicembre, per perfezionare il contratto ai fini economici,ma non entrare in classe. E’ possibile ciò o deve necessariamente prendere servizio un giorno in cui c’è attività didattica? Vi ringrazio anticipatamente.

Fruizione delle ferie non godute

Scuola – sono un’assistente amministrativa  e volevo porle il seguente quesito: una docente a tempo indeterminato  lo scorso anno scolastico, per esigenze di servizio,  ha usufruito di 29 giorni di ferie anziché 32. Per i 3 giorni di ferie restanti è possibile invitarla a goderne nei periodi di sospensione delle lezioni? Qualora non fosse possibile  e la docente si dimenticasse  i giorni vanno persi?

La presa di servizio differita è valida anche per il personale ATA

Carmela – sono un collaboratore scolastico precario. Il primo dicembre 2014 ho subito un intervento chirurgico con postumi che saranno lunghi (almeno tre mesi). Sto ricevendo delle convocazioni per accettare supplenze temporanee. Ho diritto ad avere la nomina ai soli fini giuridici? Se si mi varrà come punteggio? Le scuole mi dicono di no e a me sembra inverosimile e non mi fanno nessun contratto. Grazie per l’attenzione e auguri di buon natale a tutti.

L’esclusione dalla graduatoria interna spetta ad entrambi i genitori con figlio in situazione di handicap grave. Chiarimenti per la scuola

Scuola – con la presente si chiede se due genitori uno docente,  l’altro personale ATA con figlio diversamente abile invalido al 100/100 sono  esclusi entrambi nelle relative graduatorie al fine dell’individuazione del  personale soprannumerario.

Sospensione delle lezioni e conferma del contratto al supplente già in servizio

Debora  – ho preso servizio il 15 ottobre da G.I. classe di concorso A346 per sostituzione maternità facoltativa. Il mio contratto scade il 23.12.14. La titolare sembra voler rientrare il 24.12.14 e fino al 06.01.15, poi usufruire della rimanente facoltativa fino al 30.04.15 e rientrare a disposizione dal 01.05.15. La mia domanda è: a chi spetta la supplenza dal 07.01.15? Ci sarà la continuità didattica e quindi ritornerò io o si dovrà ricominciare a scorrere le graduatorie? In segreteria ho ricevuto risposte discordanti. Grazie.

Graduatorie III fascia ATA: la valutazione come AA in un Ente di Formazione Professionale

Luigi – Gent.mi, come da oggetto, vorrei gentilmente chiederti, se la prestazione effettuata come assistente amministrativo in un Ente di Formazione Professionale accreditato presso la Regione Puglia, può essere riconosciuto come titolo di servizio per le graduatorie del Personale Ata. Sicuro di un riscontro, porgo ossequi saluti.