Pec dopo il 31 dicembre

Valentina – Salve, sono una supplente di III Fascia iscritta alle graduatorie di istituto. Quest’anno sono stata convocata per le supplenze tramite sms e con le mail sulla mia casella di posta aperta sul sito del MIUR (istruzione.it). Di fatto però non ho aperto un indirizzo di posta certificata perché mi hanno contattato ugualmente per via telematica. E’ necessario che apra ugualmente un indirizzo di posta certificata? O posso lasciare le cose come stanno visto che mi hanno contattato comunque tramite gli stessi canali? La scadenza è per oggi pertanto non so se riuscirò in tempo. In questo caso quando sarà possibile rifarlo? Grazie anticipatamente per la Vs risposta

Lalla – gent.ma Valentina, anche se in ritardo rispetto alla scadenza del 31 dicembre (tu hai scritto il giorno stesso, ma era un giorno di festa) rispondo ugualmente per dare dei chiarimenti che possono essere utili a tanti

E’ obbligatorio avere la casella di Posta Certificata?

No, e il ministero lo ha spiegato già la scorsa primavera. Supplenti: la Pec è obbligatoria?

Tuttavia è fortemente consigliata: "Va evidenziato che gli aspiranti supplenti non sono obbligati a dotarsi di un indirizzo di PEC: tuttavia, si consiglia di farlo in quanto la PEC offre una modalità di comunicazione estremamente sicura che garantirebbe sia l’aspirante che la scuola, riducendo al minimo i casi di contenzioso. "

Ti faccio un es. : se per caso ti trovi a contestare una convocazione, o per es. a te non arriva la proposta, la scuola può giustificarsi dicendo che tu non hai attivato la PEC, che è un metodo più sicuro e che è stato consigliato per proprio per evitare contenziosi.

Trascorso il termine del 31 dicembre, cosa bisogna fare?

Il termine del 31 dicembre era il termine ultimo entro il quale era possibile attivare una casella PEC .gov.it senza il passaggio alle Poste (cioè si usufruiva della procedura agevolta) da oggi in poi è sempre possibile creare la casella di posta PEC rispettando la procedura per un qualsiasi cittadino, quindi direttamente dal sito della Posta Certificata

In sostanza puoi continuare a mantenere il tuo indirizzo fino a quando la posta certificata non sarà obbligatoria, oppure passare volontariamente a questo sistema.

Posted on by nella categoria Posta elettronica - Istanze on line
Versione stampabile
ads ads