Abilitazione e concorso. L’uno o l’altro o entrambi?

Enrico – volevo gentimente domandarvi se potevate chiarirmi la questione per l’abilitazione all’insegnamento. sono un docente non abilitato iscritto alle graduatorie di III fascia. date le notizie confuse in merito all”abilitazione e la mia scarsa capacità di orientarmi in merito, vi domando se si dovrà attendere un concorso (come proposto se non sbaglio dal ministro monti) oppure si dovrà passare attraverso il concorso per il tfa e poi l’eventuale tirocinio abilitante

Lalla – gent.mo Enrico, occorre fare una distinzione tra percorso di abilitazione e reclutamento. L’abilitazione è requisito essenziale per essere assunti a tempo indeterminato. Dopo un fermo di quasi 4 anni (le Ssis furono chiuse dal ministro Gelmini subito dopo il suo insediamento nell’aprile del 2008) sta per essere avviato il primo corso del nuovo percorso di formazione iniziale per gli insegnanti, che permetterà di conseguire l’abilitazione per le scuole secondarie (di I o II grado, a seconda quali classi di concorso saranno bandite). Si tratta del TFA, acronimo di Tirocinio Formativo Attivo, al quale si accede tramite selezione, per un numero di posti che si annuncia limitato.

Il decreto che fissa lo svolgimento delle selezioni è questo Decreto avvio TFA . Puoi leggere anche la relativa Guida

Il decreto è già stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ma non ha trovato il consenso delle Organizzazioni Sindacali, che hanno avanzato delle richieste

L’ultimo incontro tra ministero e sindacati è della scorsa settimana, esattamente il 29 dicembre. In quell’occasione il ministero ha voluto ribadire che nonostante permangano incertezze sui numeri dei posti disponibili per il TFA, le selezioni saranno comunque avviate tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo. Le selezioni per il TFA si faranno a fine febbraio, ma senza decreti

Passiamo invece al reclutamento, ossia alla possibilità di essere inseriti un’apposita graduatoria dalla quale aspirare all’immissione in ruolo. Questa, nelle intenzioni dell’attuale ministro dell’Istruzione, Profumo, dovrebbe scaturire da un concorso.

Il percorso quindi dovrebbe essere quello di abilitazione (TFA) + concorso.

Bisogna precisare che ad oggi è molto più certo il TFA che il concorso, il ministero stesso ha fatto sapere che non esiste al momento alcuna bozza. Reclutamento, linea Profumo o linea Pittoni?

Maggiori informazioni potremo avere dal passaggio, la prossima settimana, del ministro Profumo, in commissione cultura di Camera e Senato.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads