Concorso obbligatorio?

Concetta – Salve sono una docente di sostegno nella scuola primaria. Sono inserita sia nelle graduatorie ad esaurimento che in quelle di istituto e possiedo l’abilitatazione per l’insegnamento nella scuola primaria, sia sulla classe comune e inglese che sul sostegno, grazie alla laurea in scienze della formazione primaria, conseguita nell’a.a. 2009-2010 e alla specialazzione sul sostegno, conseguita nell’a.a. 2010-2011. Inoltre, sto lavorando nel corrente anno in una scuola statale, con un contratto fino al termine delle attività didattiche. Mi chiedevo se, anche noi che già lavoriamo e che siamo già inseriti da tempo nelle G.a.E., dobbiamo prepararci per il famoso concorsone previsto da Profumo. Se così fosse, a mio avviso, sarebbe una grande ingiustizia, visto che abbiamo già fatto un lungo percorso di studio per avere l’abilitazione. Aggiungo, che io, come tante altre persone, abbiamo conseguito più di una laurea (scienze politiche e scienze della formazione primaria) per poter accedere all’insegnamento. Nell’attesa di una vostra risposta, porgo cordiali saluti.

Lalla – gent.ma Concetta, l’idea finora presentata dal ministro Profumo è quella di aprire il concorso a tutti i docenti abilitati. Questo significa che ferma restando la propria posizione in graduatoria ad esaurimento, chi è interessato potrà accedere anche al concorso per inserirsi in una seconda graduatoria dalla quale accedere al ruolo.

Il Ministro assicura che alle immissioni in ruolo da graduatoria ad esaurimento sarà assegnata una percentuale più grande, ma non conosciamo ancora l’entità.

Profumo sulle immissioni in ruolo: più del 50% alla graduatoria ad esaurimento

Pertanto il concorso, per chi è già nelle graduatorie ad esaurimento, va visto come una possibilità più ampia per l’immissione in ruolo, non come un obbligo.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads