Anno di prova e tutor dimissionario

Giovanni – Gentilissima Lalla sono un docente di CTP immesso in ruolo a settembre 2011. Nel primo collegio docenti è stato deliberato il Tutor che mi avrebbe dovuto seguire nel corso dell’anno di prova, anche lui collega del CTP seppure di altra classe di concorso: questo perché mancano altri docenti della mia classe di concorso al serale. In alternativa il docente tutor della mia classe di concorso (A059) sarebbe dovuto essere uno dei corsi del mattino di scuola media. Nel corso dell’ultimo collegio docenti però, poiché era stato previsto in modo informale un compenso per tale funzione di tutoraggi che poi non è stato più confermato per iscritto, il tutor ha rassegnato le sue dimissioni dall’incarico che sono state ratificate e verbalizzate dal collegio docenti. Che procedura deve essere adottata adesso? Possono esserci conseguenze sull’esito del mio anno di prova, anche in considerazione del fatto che da settembre a gennaio l’attività di tutoraggio non è mai iniziata in alcun modo, né formale né informale. Saluti

Lalla – gent.mo Giovanni, voglio subito tranquillizzarti dicendoti che non ci saranno conseguenze sull’esito dell’anno di prova, nel senso che non sarà questo ad influenzarne l’esito. Al prossimo collegio dei docenti verrà nominato un altro tutor, che speriamo accetti l’incarico.

Purtroppo è vero che nella scuola ci sono degli incarichi che vengono svolti senza retribuzione, ma non è stato corretto arrivare a gennaio per poi rassegnare le dimissioni, così come non è stato corretto non avere neanche avviato il lavoro (al di là del compenso).

Il tutor può essere anche un docente del corso diurno, il suo compito di supporto e guida alla didattica. Non è necessario che vi incontriate nei corridoi, il tutor avrà comunque molti elementi per stilare la sua relazione.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads