Servizio contemporaneo a SFP

Mauro – Gentile Lalla certo di una tua risposta ti illustro schematicamente la mia problematica che nessun sindacato da me interpellato è riuscito a sbrogliare:

Lavoro in una scuola primaria paritaria dal 2004. Dunque, come da certificato di servizio ho in attivo:
– 2004/2005 ( 12 punti)
-2005/2006 (12 punti)
-2006/2007 (non dichiarato precedentemente e mai conteggiato)
-2007/2008 (iscrizione laurea SPF al II anno) ( 0 punti)
-2008/2009 (iscrizione laurea SPF al III anno) ( 0 punti)
-2009/2010 (iscrizione laurea SPF al IV anno) ( 0 punti)
-2010/2011 ( 4 punti dalla data di laurea 13 aprile 2011 al 31 agosto 2011)

Nelle precedenti graduatoria (ero a Lucca) avevo omesso di dichiarare l’anno 2006/2007 che ho, nell’aggiornamento 2011, inserito come da prospetto nelle nuove graduatorie di Roma.

Nel frattempo anno 2007/2008 mi sono iscritto a SFP al secondo anno per convalida esami altra laurea.

Cosa ha fatto l’AT di ROMA :

mi ha attribuito 75 punti derivati da :

Punti 24 = anno scolastico 2004/2005 – 2005/2006 ( …e ci siamo!!!)
Punti 3 = laurea precedente ( …e ci siamo!!!)
punti 41= abilitazione laurea ( come da voto di laurea…e ci siamo)
punti 4 = da 13 aprile 2011 (data di laurea) al 31 luglio 2011 (…e ci siamo)
Punti 3 = laurea SFP (qui c’è un’ anomalia credo perchè non mi dovevano conteggiare di nuovo i tre punti della nuova laurea)

Dunque AT di ROMA ha, secondo un criterio che non mi hanno comunicato mai, RETRODATATO al 2006/2007 l’iscrizione all’università perchè, suppongo e come si evince dal mio prospetto di istanze online, vi è una
voce che dichiara "durata legale del corso di laurea" che è di di 4 anni e non di 3 come io ho svolto.
Dunque per loro il 2006/2007 è considerato anno di iscrizione anche se nella realtà ho svolto servizio e non ero iscritto (LEGALMENTE come dicono) a nessuna università.

Cosa posso fare? Ho segnalato con FAX, posta prioritaria, Raccomandata A/R il mio problema suggerendo ogni soluzione, anche di far valere solo gli anni di servizio. Ma niente nessuna risposta se non, dopo 4 mesi, di poter fare ricorso al TAR del Lazio. ( ma sono in tempo poi?)

Mi affido alla tua professionalità e competenza per avere almeno un parere e/o un suggerimento utile alla soluzione del mio problema.

Lalla – gent.mo Mauro, l’AT di Roma ha ragione, anzi tu hai 3 punti in più che dovresti farti togliere (te lo consiglio per un’eventuale immissione in ruolo, dato che quando si fa il controllo del punteggio una eventuale immissione in ruolo con punteggio non corretto potrebbe costare cara)

Il riferimento normativo che l’AT non ti ha dato è contenuto è in ognuno dei più recenti decreti di aggiornamenti delle graduatorie ad esaurimento (2007, 2009, 2011), laddove dice che " non sono valutabili i servizi di insegnamento prestati durante il periodo di durata legale dei corsi di specializzazione per l’insegnamento secondario, S.S.I.S., dei corsi di Didattica della musica, dei corsi COBASLID e del corso di laurea in Scienze della formazione primaria, qualora utilizzati come titoli di accesso a una graduatoria di una qualsiasi classe di concorso/posto "

La durata legale del corso di laurea in Scienze della formazione primaria è di 4 anni, sia per chi si iscrive dal I anno, sia per chi accede ad anni successi in virtù di crediti acquisiti in altri corsi di studi. Il problema era quello di calcolare il periodo di durata legale per chi accede ad anni successivi al primo. La risposta a tale problematica è contenuta in una FAQ ministeriale del 2007, ancora valida:

35)
D.: All’aspirante che si iscrive in graduatoria ad esaurimento per la scuola primaria che abbia conseguito la laurea in scienze della formazione primaria a seguito di un corso abbreviato (es. iscritto al 3° anno) in virtù del riconoscimento di crediti formativi conseguiti in altri corsi di laurea, non vengono valutati i servizi d’insegnamento relativi agli anni in cui ha frequentato il corso di laurea in scienze della formazione primaria?

R.: All’aspirante in questione, cui spettano 30 punti, non vengono valutati 4 anni di servizio (durata legale del corso di laurea), a partire da quello in cui si è iscritto per la prima volta (3° anno) e comprendendovi i due anni precedenti (1° e 2°) e quello successivo (4°), anche se il titolo è stato conseguito in anni accademici successivi. Analogamente, se la laurea in questione o l’abilitazione presso la S.S.I.S. è stata conseguita “fuori corso”, il periodo di durata legale del corso decorre dalla data di iscrizione.

Quindi, a partire dall’anno di iscrizione (nel tuo caso il II) bisogna andare a ritroso, per cuil il 2006/2007 corrisponde al primo anno. E’ ininfluente che tu non fossi realmente iscritto (altrimenti non avrebbe senso considerare i crediti), all’ammnistrazione interessa solo contare la durata legale del corso.

Posted on by nella categoria Graduatorie ad esaurimento
Versione stampabile
ads ads