Valutazione servizio per III fascia graduatorie di istituto

Giancarlo – Buongiorno Lalla, sono un assistente amministrativo e mi trovo alle prese con un caso un pò contorto. Un docente inserito nella vecchia graduatoria di istituto di terza fascia è stato depennato dalla stessa in fase di accertamento di veridicità dei dati, per non avere il titolo di sccesso alla classe di concorso. Avendo l’interessato già lavorato, il servizio reso è stato riconosciuto nel decreto di depennamento ai soli fini economici e non giuridici.

Il docente, avendo integrato il titolo di studio con un esame universitario mancante, ha presentato domanda di nuovo inserimento nelle nuove graduatorie, chiedendo la valutazione del servizio reso (dichiarato valido ai soli fini economici e non giuridici, senza titolo) come servizio non specifico.

Nella tabella 1 allegata al Decreto, che regola la valutazione dei titoli, con relative note non ho trovato una risposta chiara.

Può essere il servizio valutato come "non specifico" e in alternativa come può essere valutato, sempre che sia possibile? Grazie e un cordiale saluto

Lalla – gent.mo Giancarlo, è da escludere che il servizio reso senza titolo possa essere considerato come "servizio non specifico". La definizione di servizio non specifico è infatti indicata al n. 2 del punto D) Titoli di servizio:

"servizio d’insegnamento o di istitutore non specifico rispetto alla graduatoria per cui si procede alla valutazione"

Non specifico significa cioè svolto in classe di concorso diversa rispetto a quella per cui se ne chiede la valutazione. Il docente presenta invece un servizio reso per la stessa classe di concorso per cui ne richiede la valutazione, non per un’altra non specifica.

La valutazione per il servizio reso senza titolo è invece indicata nella nota 13) I servizi di insegnamento eventualmente resi senza il possesso del prescritto titolo di studio – nei casi di impossibilità di reperimento di personale idoneo – sono valutabili come altre attività di insegnamento, di cui al punto 3.

Quindi il servizio presentato dal docente può essere valutato al massimo come "altra attività di insegnamento", e cioè per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni: punti 0,50 (fino a un massimo di punti 3 per ciascun anno scolastico);

io sarei comunque cauta nella valutazione di tale servizio e richiederei, come prescritto dalla normativa, l’attestazione che la sua chiamata è avvenuta nei casi di impossibilità di reperimento di personale idoneo (cosa che non è vera, dal momento che lui è stato chiamato da una graduatoria in cui aveva dichiarato un titolo che non aveva). Non mi piace il primo imbroglio (ma magari è capitato per ignoranza), ma non accetto neanche il secondo (vole valutare tale servizio come non specifico).

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads