Le scuole quando utilizzano le messe a disposizione?

Vanessa – Cara Lalla, non vorrei sembrarti cacofonica ma stimo davvero quello che fai per noi povere insegnanti. Ti scrivo per chiedere una consulenza, sinceramente confido in te perchè ho avuto esperienze spiacevoli con vari sindacalisti, i quali hanno detto cose difformi dalla realtà.
Comunque prima di porti la domanda ti premetto che sono una docente laureata in scienze della formazione primaria ed abilitata al sostegno entrata da pochisimo nel mondo della scuola, sono inserita nelle GaE di Reggio Calabria ma le domandine di CIrcolo e di istituto le ho fatte a Roma; per vari motivi non mi posso spostare nella capitale nonostante le varie chiamate dalle scuole, dal Provveditorato di Reggio invece ancora non ho ricevuto alcuna convocazione.

Ho inviato domandine di messa a disposizione a varie scuole vicino casa e da una in particolare mi è stato risposto che anche se la graduatoria di sostegno è esaurita e così anche le graduatorie dei paesi vicinori, si passa alla comune… quindi per essere convocata dovrò aspettare che si esauriscano anche la graduatoria comune di quella scuola e quelle delle scuole vicine (praticamente rimarrò disoccupata!).
Ti ringrazio anticipatamente.

Lalla – gent.ma Vanessa, nella scelta della provincia per le graduatorie di istituto avresti dovuto essere più accorta, o se non puoi spostarti per una situazione sopraggiunta non possiamo prendercela con una normativa che comunque esisteva già anche quando hai fatto la tua scelta.

Ha ragione la scuola che ti ha indicato questa procedura. Essa è indicata nelle Istruzioni operative per il conferimento delle supplenze per l’a.s. 2011/12: "Qualora si esauriscano gli elenchi dei docenti di sostegno della scuola in cui si verifica la disponibilità del posto, la scuola medesima, in attuazione delle disposizioni di cui all’art. 7, comma 9, del Regolamento procede utilizzando gli elenchi delle altre scuole della provincia, secondo un ordine di consultazione delle predette scuole che osservi un criterio di viciniorità.
Ove si renda necessario attribuire la supplenza ad aspiranti privi di titolo di specializzazione i dirigenti scolastici individuano gli interessati mediante lo scorrimento della graduatoria di riferimento se trattasi di scuola dell’infanzia e primaria e tramite lo scorrimento incrociato delle graduatorie d’istituto secondo l’ordine prioritario di fascia se trattasi di scuola secondaria di primo grado o di secondo grado con gli stessi criteri adottati al riguardo per la formazione degli elenchi del sostegno previsti dall’art. 6, comma 1 del Regolamento, ulteriormente descritti dall’art. 6, comma 3, e seguenti, del D.D.G. 16 marzo 2007"

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads