150 ore diritto allo studio Toscana

Francesca – Gentilissimi, sono un’insegnante della scuola dell’infanzia con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno e sono risultata beneficiaria del diritto allo studio per l’a.s. 2011/2012 in quanto studentessa al IV anno di Scienze della Formazione Primaria Percorso Aggiuntivo per insegnante di sostegno.

Sono a conoscenza che il permesso per il diritto allo studio è utilizzabile per la partecipazione alle attività didattiche e per il sostenimento degli esami ed è sempre giustificato da certificazione da parte dell’Università attestante l’impegno.

Ho necessità di sapere se è possibile utilizzare il permesso anche per il tirocinio diretto (svolto nelle scuole), attività obbligatoria e prevista dal Corso di Laurea per l’attivazione di una proficua relazione tra teoria e prassi.

Nel mio caso, il tirocinio che ho necessità di effettuare è quello specialistico, relativo al Corso Aggiuntivo per insegnanti di sostegno, con una progettualità a favore del bambino diversamente abile che è inserito in un Istituto Comprensivo diverso da quello in cui sto lavorando. Dal momento che il progetto è biennale, nell’a.s. in corso dovrei terminare il tirocinio cominciato con il suddetto bambino nell’a.s. 2010/2011. Naturalmente l’Istituto Comprensivo ospitante dovrebbe certificare la mia presenza come tirocinante.

Che cosa dice la normativa in materia (regione Toscana)? Posso prendere un giorno di permesso dall’Istituto Comprensivo nel quale lavoro per poter svolgere tirocinio presso un altro Istituto Comprensivo?

Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione e rimango in attesa di una Vostra cordiale risposta.

Lalla – gent.ma Francesca, l’intreccio delle norme permette di poter autorizzare anche la frequenza del tirocinio, che pur sempre parte del corso per cui è stato autorizzato il permesso studio.

Il contratto della Toscana afferma infatti all’art. 8

"1) I permessi retribuiti sono erogati dal Dirigente scolastico entro il limite massimo di ore stabilito dall’USP, per ciascuna categoria di personale, di cui al precedente art. 1, per le finalità di cui al precedente art. 2,nonché per il sostenimento dei relativi esami e della tesi di laurea"

l’art. 2 dice esplicitamente:

"FINALITÀ’DEI PERMESSI
1) I permessi straordinari retribuiti sono concessi per la frequenza di corsi di riconversione professionale o abilitanti organizzati dal MIUR, corsi finalizzati al conseguimento di titoli di studio universitari, post-universitari (compresi SSIS, Cobaslid e sostegno), di scuole di istruzione secondaria e di qualificazione professionale, statali o paritarie e per la durata legale dei corsi stessi"

E’ chiaro che i corsi Ssis, Cobaslid e sostegno hanno anche la parte relativa al tirocinio diretto.

Sarebbe altresì auspicabile che tu presentassi un piano di organizzazione del tuo lavoro al Dirigente Scolastico, in modo da concordare un orario di servizio consono alle tue esigenze.

Guida alla fruizione dei permessi per diritto allo studio

Posted on by nella categoria Diritto allo studio
Versione stampabile
ads ads