Assegnazione provvisoria e residenza?

Ester – Salve, so che per ottenere l’assegnazione provvisoria è necessario che il coniuge del richiedente sia residente nella provincia in cui si vuol essere assegnati da almeno 3 mesi. Volevo sapere che cosa fare nel caso di un repentino (cioè che avviene a meno di 3 mesi dalla scadenza della domanda di ass provv) cambio di residenza del coniuge per motivi di lavoro. Posso cautelarmi facendo prendere a mio marito la residenza e/o domicilio fiscale(di cui ho sentito parlare ma ne so ben poco) già ora nella nuova sede di lavoro? Ma esattamente di cosa si tratta? Grazie

Lalla – gent.ma Ester, il contratto sulle assegnazioni provvisorie riporta all’art. 7 comma 4: "In caso di ricongiungimento al coniuge o al convivente destinato a nuova sede per motivi di lavoro, o che svolge attività lavorativa in altra provincia si prescinde dall’iscrizione anagrafica". In ogni caso se ritieni che comunque il trasferimento avverrà e sarà necessario acquisire una nuova residenza, puoi già farla adesso.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads