La via migliore per diventare insegnanti

Stefano – Gentile Orizzonte Scuola, sono un laureato di 27 anni e vorrei insegnare nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Sono però molto confuso perchè non riesco a trovare risposte circa il percorso formativo che mi guiderebbe alla meta dell’insegnamento. Mi sono laureato in Lingue e Culture Moderne nel 2008 (prima Lingua Spagnola, seconda lingua Inglese) presso la terza Università di Roma. Ho vissuti poi tre anni in Inghilterra dove ho conseguito i certificati Cammbridge CAE e CPE.

Come requisiti per il TFA è necessaria la specialistica? o posso anche acquisire i crediti di Linguistica generale e glottodidattica attraverso singoli corsi?

Lalla – è necessaria la laurea specialistica. I singoli corsi servono per integrare un piano di studi che non è stato mirato per l’insegnamento, ma da soli non permettono di conseguire la laurea.

I requisiti di accesso al TFA sono stati chiariti dal Ministero in un recente comunicato

*coloro che alla data di entrata in vigore del regolamento sono in possesso dei requisiti previsti dal d.m. n. 22/2005 per l’accesso alle scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario e i possessori di laurea magistrale corrispondente a una delle lauree specialistiche cui fa riferimento il d.m. n. 22/2005;
* coloro che nell’anno accademico 2010-2011 risultano iscritti a uno dei percorsi finalizzati al conseguimento di uno dei suddetti titoli;
* coloro che sono in possesso del diploma ISEF, già valido per l’accesso all’insegnamento di educazione fisica.

poi puntualizzato in questo modo

  • di una laurea del vecchio ordinamento riconosciuta dal d.m. 39/98 e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all’insegnamento;
  • di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale riconosciuta dal d.m. n. 22/2005 e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all’insegnamento;
  • del diploma ISEF, già valido per l’accesso all’insegnamento di educazione fisica, per i TFA di Scienze Motorie.

E’ importante chiarire due punti che sono stati oggetto di numerosi quesiti:

  • Chi, entro l’anno accademico 2010/2011, era in possesso di una delle lauree previste, ma non ha ancora completato il percorso con gli esami o i crediti richiesti, potrà, senza limiti di anno accademico, acquisire i crediti o gli esami necessari per poi partecipare alle prove di accesso al TFA che saranno bandite di anno in anno.
  • Allo stesso modo, chi, nell’anno accademico 2010/2011, era iscritto a uno dei percorsi di laurea previsti, potrà partecipare alle prove di accesso al TFA una volta in possesso dei requisiti necessari (laurea e crediti o esami).

“Sono ammessi in soprannumero ai percorsi di Tirocinio Formativo Attivo, senza dover sostenere alcuna prova, i soggetti di cui all’articolo 15, comma 17 del Decreto (” congelati SSIS “), ivi compresi coloro i quali fossero risultati idonei e in posizione utile in graduatoria ai fini di una seconda abilitazione da conseguirsi attraverso la frequenza di un secondo biennio di specializzazione o di uno o più semestri aggiuntivi.”

I due comunicati

Stefano – Dove posso trovare una tabella con l’elenco dei crediti necessari per ciascun settore disciplinare?

Puoi trovarla a questo link. Se fai la ricerca per titolo di laurea (specialistica naturalmente) ti compaiono le classi di concorso e i crediti necessari per accedervi.

Stefano – Usciranno prossimamente delle lauree magistrali per l’abilitazione all’insegnamento? se si in che tempi sono previste? In attesa di una vostra gentile risposta, cordialmente

Lalla – probabilmente sì. Le lauree magistrali abilitanti avrebbero dovuto essere attive già dal’a.a. 2011/12 ma le lungaggini burocratiche non lo hanno permesso. Si spera che il tutto possa essere risolto per l’a.a. 2012/13. L’ex consigliere del Ministro Gelmini, che fino a qualche mese fa ha curato l’iter di questi provvedimenti, così scrive in proposito:

Lauree magistrali per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo grado : il decreto sulle prove di accesso è già stato predisposto e firmato e attende la pubblicazione in Gazzetta. Il decreto sui contingenti, invece, a quanto mi risulta, è fermo al MEF. 

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads