Il futuro degli immatricolati alla Magistrale nell’a.a. 2011/12

Cristina – Cara Lalla, leggo le tue risposte a colleghi di tutta Italia in difficoltà e mi congratulo con la tua chiarezza. Sono una delle sventurate immatricolatesi nell’anno buio del vuoto normativo, cioè questo, 2011/2012, pur avendo fatto parte della classe di laurea 509/99 in Lettere Moderne, curriculum Linguistico/Letterario con lode e menzione.

Questa classe era articolata in modo decisamente antieconomico rispetto a lettere Moderne D.M. 704, constando di 30 materie e di una ripartizione in ben 4 letterature italiane, nonché rispetto a quella nuovissimissima in Lettere entrata in vigore uno o due anni fa che ha la metà delle materie e due esami di letteratura. Mi sono laureata per la sessione straordinaria 2010/2011 di Marzo 2011, e ho pensato troppo tardi a iscrivermi con riserva per l’anno in corso-lasciando stare la rabbia per aver perso quindi un anno di vantaggio senza alcun motivo, non essendo tenuta a sostenere alcun colloquio preselettivo per il Novembre dell’anno prima per la laurea magistrale, colloquio che nel mio ateneo è obbligatorio solo per i voti inferiori al 105 (voto che io già prima della discussione superavo).

Ad ogni modo, mi iscrivo alla Laurea Magistrale in Filologia Moderna e italianistica, classe LM14: immagina quindi l’ulteriore rabbia nel sapere che stavo per parcheggiarmi in un limbo. Da parte delle nostre segreterie, l’iter per rabbonire me e tutti i colleghi è stato quello, nel frattempo, di immetterci nella forsennata ricerca di crediti da inserire nel piano di studi, nella raccolta punti di ulteriori materie: i consueti 12 cfu di latino, 12 cfu di storia antica, 3 di geografia e 6 L/LIN01. Questo iter valeva, cioè, aveva senso per gli immatricolati del 2010/2011, che poi possono fare il tfa. Ma noi? Dobbiamo aspettare che aprano la famosa specialistica abilitante, tardando ancora di un altro anno e accumulando ancora materie che gravino sul nostro teoricissimo percorso di studi? Abbiamo un grande bagaglio alle spalle, non diverso da quello dei colleghi del 2010/2011 e certamente molto più…sprecone, sprecato, reiterato, allungato, non saprei dire altro, di quello dei futuri colleghi che verranno.

Potrei capirci qualcosa? Vorrei solo la cruda verità:dobbiamo darci ai ricorsi? Oltre al (grandissimo) danno, la beffa finale?

Lalla – gent.ma Cristina, cosa dirti? Purtroppo questo problema non è ancora emerso in tutta chiarezza, perchè il Ministero è in costante ritardo su tutto, e non farà altro che inseguire se stesso negli anni futuri. L’unica speranza è che le immatricolazioni dell’a.a.2011/12 vengano trasformate in immatricolazioni per le lauree magistrali abilitanti all’insegnamento, altrimenti ci sarà un nuovo transitorio da gestire.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads