Chi è già abilitato cosa deve fare per il TFA?

Buongiorno, sono un architetto abilitato (ultimo concorso ordinario 99-2000) all’insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, per le classi di concorso A028 ,(l’attuale A28) e A025 (A25), e inserita nelle graduatorie ad eusarimento della provincia di Vibo Valentia.

Le mie perplessità e dubbi riguardo al TFA sono numerose, mi auguro che possiate aiutarmi. Innanzitutto:
– il TFA serve ad abilitarsi? Nel mio caso, alla classe A033 (Tecnologia nelle scuole medie )???

Lalla – sì, il TFA (Tirocinio Formativo Attivo) è la procedura di conseguimento dell’abilitazione. Il requisito per accedere al percorso è quello di non essere in possesso dell’abilitazione per la classe di concorso richiesta, per cui sì, se la tua laurea ti permette l’accesso alla classe di concorso A033, puoi partecipare alle selezioni (devi iscriverti sul sito del CINECA entro il 4 giugno 2012).

Domanda – Chi è presente nelle graduatorie ad esurimento ,come deve comportarsi??

Lalla – chi è iscritto nelle graduatorie ad esaurimento potrebbe non essere interessato a questo nuovo percorso di abilitazione (come detto non ci si può ri -abilitare per la stessa classe di concorso), oppure potrebbe essere interessato ad acquisire un’ulteriore abilitazione da far valere come altro titolo nella propria classe di concorso (3 punti secondo l’attuale tabella di valutazione dei titoli).

Domanda – Una volta finito il Tfa i nuovi abilitati scavalcheranno gli iscritti nelle graduatorie ad esurimento??? Mi rendo conto di non essere stata chiara,e me ne scuso ….ma purtroppo la non chiarezza regna sovrana!!!!

Lalla – secondo l’attuale normativa l’abilitazione acquisita con il TFA non permette l’iscrizione nelle graduatorie ad esaurimento. Il Ministero ha chiarito il valore dell’abilitazione con TFA nel comunicato dell’08 maggio 2012

"Contrariamente a quanto previsto dalla precedente legge n.124/99 secondo la quale il conseguimento dell’abilitazione comportava  l’automatica inclusione nelle graduatorie permanenti (oggi GAE), allo stato della normativa vigente (l. Finanziaria n.244/2007 art.2 comma 416) l’abilitazione che si consegue a seguito della frequenza del TFA o dei corsi di laurea in  Scienza della formazione primaria rappresenta solo la conclusione del percorso di formazione iniziale dell’insegnante e costituisce il presupposto per la partecipazione alle procedure concorsuali. Abilitarsi, dunque, non significa diritto al posto e quindi non significa neppure aggravio della spesa pubblica"

In particolare, per conoscere quali potrebbero essere gli sbocchi lavorativi con il TFA ti invito a leggere questo articolo

A cosa serve il TFA

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads