Classi di concorso aggregate

A.C. – Buongiorno, Sono un’insegnante di spagnolo, insegno dal 2009 nella scuola secondaria di I grado, pertanto dovrei raggiungere i famigerati 360 gg. di servizio. Comunque, qualora volessi partecipare alle prove di selezione, trovo il test per la la classe A445 presso l’Università di Verona in data 11/07/12 ore 10,00 con 10 posti disponibili, e lo stesso giorno, sempre alle 10,00 il test per la classe A446 presso l’Universit&agrav di Venezia con 40 posti disponibili!

Ora mi chiedo, non è assurdo non avere la possibilità di tentare entrambe le classi di concorso, visto che riguardano la stessa lingua? Perchè devo scegliere tra le due?

Lalla – gent.ma, innanzitutto va precisato che secondo le indicazioni finora fornite dal Ministero, i requisiti per accedere al TFA speciale (ossia senza test di selezione), non saranno i 360 giorni, bensì 36 mesi di servizio, intesi in questo senso

FGU (Gilda) – 3 anni di insegnamento nella classe di concorso di riferimento. I tre anni sarebbero riconosciuti mediante supplenze annuali fino al termine delle lezioni, supplenze annuali fino al 31 agosto, supplenze continuative per almeno 180 giorni in un a.s.;

– il periodo che dovrebbe essere riconosciuto per il conteggio dei tre anni va dal 1999-2000 al 2011-12;

– potrebbero partecipare solo i non abilitati nella classe di concorso per cui ha avuto luogo la supplenza

FLC CGIL – secondo la prima ipotesi del Ministero, sarebbero di almeno tre anni di insegnamento anche non continuativi (a partire dal 1999/2000 e fino al 2011/2012) nella classe di concorso/tipo di insegnamento per il quale non si è abilitati. Per anno di insegnamento si intendono: supplenze annuali (31/08), supplenze fino al termine delle attività didattiche (30/06), supplenze continuative per almeno 180 giorni in un anno scolastico.

SNALS – tre anni di servizio nella stessa classe di concorso per cui non si è in possesso dell’abilitazione e per cui si vuole conseguirla. Per la validità dell’anno di servizio deve trattarsi o di una supplenza annuale o di una fino al termine delle lezioni o di una supplenza di almeno 180 gg. continuativi e nella stessa istituzione scolastica. E’ stata fortemente messa in dubbio anche la valutazione del servizio sul “sostegno”;

· il periodo temporale entro il quale possedere i requisiti di servizio sarebbe quello compreso tra il 1999 e il corrente anno scolastico compreso.

UIL – tre anni di servizio nella stessa classe di concorso, nessuna possibilità di cumulo dei servizi in posti o classi di concorso diversi.
Ai fini del conseguimento del requisito dei tre anni il ministero ha proposto la  valutazione  solo delle supplenze annuali fino al 31 agosto, quelle fino al 30 giugno e il servizio di 180 giorni, solo se effettuato in modo continuativo, ovvero prestato nelle scuole paritarie .
Verrà preso in considerazione il servizio maturato dall’anno 1999 all’anno scolastico in corso.

Consulta questo articolo per i requisiti dei TFA speciali

Per quanto riguarda invece il problema delle classi di concorso aggregate (Lingue, Ed. Fisica, Lettere) esso è stato posto all’attenzione del Ministero dalle Organizzazioni sindacali, che ne hanno ricevuto questa risposta:

UIL – occorre chiarire che in casi come quello della A043 e della A050 la prova preliminare  è comune mentre si differenziano le prove scritte e le prove orali. In tal senso è necessario che le università che hanno spalmato sul territorio le prove, come la Toscana o il Veneto,  creino le condizioni  di  partecipazione  sia all’una che all’altra; le persone opteranno  successivamente per una sola  in caso di doppia ammissione.

FGU (Gilda ) – Appare grave il problema che si sta verificando in alcune regioni (Toscana, Veneto, ecc.) circa la concomitanza delle prove di alcune classi di concorso dello stesso ambito (in particolare i casi della A043 e A050 e delle lingue) che dovrebbero essere sostenute in città e università diverse nella stessa giornata. La proposta fatta dalle OO.SS. è quella di consentire l´iscrizione al test di accesso contemporaneamente nelle due università trattandosi di test identico. Superato il test si propone che le prove scritte siano organizzate possibilmente in giorni diversi per permettere di continuare l´iter della preselezione. Alla fine, dopo la prova orale potrà essere operata l´opzione. […]Per il momento l´amministrazione universitaria si è detta disponibile a rivedere il meccanismo onde consentire la possibilità di iscriversi a due test contemporanei per poi definire con opzione la prosecuzione delle altre prove di preselezione (prova scritta e prova orale).

FLC CGIL – Sulle prove uniche è stato chiarito che sarà unica solo la preselezione mentre le prove scritte e orali saranno relative alle singole classi di concorso e che pertanto chi vuole partecipare ad entrambe (per avere più opportunità) dovrà effettuare due preiscrizioni.

Sulla situazione di alcune regioni (Sicilia, Toscana, Veneto) nelle quali gli insegnamenti sono presenti in Università diverse per il I e II grado abbiamo chiesto la possibilità di sostenere la prova preselettiva in una sola delle due Università (trattandosi di prova unica nazionale) e poter proseguire l’iter selettivo in entrambe le Università (se si è effettuata la doppia iscrizione). Il Direttore generale dell’Università si è impegnato a fornire indicazioni in tal senso agli Atenei e ai relativi gruppi di coordinamento regionali.

I chiarimenti su TFA ordinari sono stati riassunti in questo articolo

A.C. – e comunque, quale mi conviene scegliere?Attendo cortesemente Vs. risposta. Grazie.

Lalla – per la risposta a questo quesito ti rimando al forum, in cui potrai confrontarti con i colleghi. Non esiste una risposta certa in merito.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads