Concomitanza prove TFA che dovrebbero essere sostenute in città e università diverse nella stessa giornata

Angela – Buongiorno, non so se potrete aiutarmi, ho già postato questa domanda nel forum ma nessuno ha saputo darmi notizie certe e nemmeno l’università dove vorrei fare il tfa. Vorrei sostenere l’esame per accedere al Tirocinio formativo attivo per Lingua spagnola. Vorrei provarlo sia per l’insegnamento primario (A445) che secondario (A446), ma mentre la prova del primo sarà all’università di Verona, quella per il secondo sarà a Ca’ Foscari, entrambi l’11 luglio.

Ho letto sul sito dell’università di Venezia che, anche se la sede amministrativa per la prova riguardante l’insegnamento primario è a Verona, gli atenei in convenzione sono Venezia e Padova.

Vorrei sapere come funziona, posso pagare per due distinte classi e se l’11 luglio sosterrò la prima prova a Venezia per la scuola secondaria, mi varrà anche per la primaria (che si tiene a Verona)? Oppure devo per forza
scegliere sono uno dei due?

Nel caso non possiate aiutarmi, sapete dove posso trovare questa informazione? Vi ringrazio Cordiali saluti

Lalla – gent.ma Angela, questa problematica è stata sottoposta all’attenzione del Ministero nell’incontro del 14 maggio. Il Ministero emanerà delle specifiche FAQ. Ti riporto i resoconti sindacali

"UIL – occorre chiarire che in casi come quello della A043 e della A050 la prova preliminare  è comune mentre si differenziano le prove scritte e le prove orali. In tal senso è necessario che le università che hanno spalmato sul territorio le prove, come la Toscana o il Veneto,  creino le condizioni  di  partecipazione  sia all’una che all’altra; le persone opteranno  successivamente per una sola  in caso di doppia ammissione.

FGU (Gilda) – Appare grave il problema che si sta verificando in alcune regioni (Toscana, Veneto, ecc.) circa la concomitanza delle prove di alcune classi di concorso dello stesso ambito (in particolare i casi della A043 e A050 e delle lingue) che dovrebbero essere sostenute in città e università diverse nella stessa giornata. La proposta fatta dalle OO.SS. è quella di consentire l´iscrizione al test di accesso contemporaneamente nelle due università trattandosi di test identico. Superato il test si propone che le prove scritte siano organizzate possibilmente in giorni diversi per permettere di continuare l´iter della preselezione. Alla fine, dopo la prova orale potrà essere operata l´opzione. […]Per il momento l´amministrazione universitaria si è detta disponibile a rivedere il meccanismo onde consentire la possibilità di iscriversi a due test contemporanei per poi definire con opzione la prosecuzione delle altre prove di preselezione (prova scritta e prova orale)

FLC CGIL – Sulle prove uniche è stato chiarito che sarà unica solo la preselezione mentre le prove scritte e orali saranno relative alle singole classi di concorso e che pertanto chi vuole partecipare ad entrambe (per avere più opportunità) dovrà effettuare due preiscrizioni.

Sulla situazione di alcune regioni (Sicilia, Toscana, Veneto) nelle quali gli insegnamenti sono presenti in Università diverse per il I e II grado abbiamo chiesto la possibilità di sostenere la prova preselettiva in una sola delle due Università (trattandosi di prova unica nazionale) e poter proseguire l’iter selettivo in entrambe le Università (se si è effettuata la doppia iscrizione). Il Direttore generale dell’Università si è impegnato a fornire indicazioni in tal senso agli Atenei e ai relativi gruppi di coordinamento regionali.

CISL – Classi di concorso con unico test preselettivo (ad es. A043 e A050) ma con offerta distinta tra diverse università: gli atenei interessati – in particolare le università di Firenze e Siena – si coordineranno per consentire agli aspiranti di sostenere il test presso una delle università coinvolte, al fine di poter poi affrontare, in caso di esito positivo, le successive prove di ammissione per ciascuna delle due classi di concorso in entrambe le università; in questi casi le prove successive dovranno essere fissate in date differenti per consentirne l’espletamento. E’ evidente, pertanto, che la prova scritta e la prova orale delle classi di concorso che hanno un unico test preselettivo devono essere distinte.

TFA ordinari: chiarimenti su classi di concorso aggregate, incompatibilità, sovrannumerari

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads