A chi assegnare le cattedre di Spagnolo?

Filomena – Salve, ho appena letto, nella rubrica "Chiedilo a Lalla", la lettera della professoressa di spagnolo che lamentava l’accantonamento di detta lingua per la mancanza di docenti preparati. Io non so in quale provincia insegni la collega e neanche quanto siano competenti i presidi (sono laureati in tutte le materie d’insegnamento questi?) per decidere se un docente di una qualsiasi materia sia competente o meno. Io sono quadriennalista d’inglese, triennalista di spagnolo e biennalista di tedesco. Ho sempre insegnato spagnolo ( avrei voluto insegnare inglese, ma è saturo), due ore la settimana è veramente poco. Ho trovato ragazzi interessati e altri completamente disinteressati a cui la lingua era stata imposta dai genitori; altri lo avevano scelto perché : "Si sa è uguale all’italiano perciò è facile" ( ma chi lo ha detto?). Arrivano a cozzare con la grammatica e incominciano i guai.

Non mi risulta si possa insegnare una lingua biennale. La legge lo proibisce dalla metà degli anni ’80. Come è possibile che un biennalista insegni alle medie o peggio ancora alle superiori? La scuola pilota dove ho inoltrato la domanda per le GI, ha voluto il mio piano di studi per verificare la triennalità della seconda lingua e anche il famigerato esame di linguistica generale ( per favore qualcuno sarebbe così gentile da dirmi una buona volta se per il veccho ordinamento glottologia è equipollente a linguistica generale? Ho scritto anche al Miur ma non ho ricevuto risposta. A me non importa perché li ho tutti e due). Concludo dando un consiglio a tutte le scuole d’ Italia: prima di assegnare una cattedra, verificate i titoli. Grazie

I presidi non concedono cattedre di Spagnolo perchè i docenti in graduatoria non sono preparati

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads