Come saranno considerate le risposte bianche nella revisione dei test TFA

G. – Gent.ma redazione avrei bisogno, gentilmente, di due chiarimenti

1 Verranno considerate buone, nelle domande equivoche, le sole bianche o anche, come era in origine, tutte le opzioni? (PS non credo che nessuno abbia lasciato bianco alcunche’, visto che non esistevano penalita’) e poi avevano dichiarato di garantire chi lo aveva gia’ passato o ricordo male.

Lalla – gent.mo G., il Ministero ha assicurato, a tutela dei candidati, che qualora si individuasse una domanda non corretta, anche chi l’ha lasciata in bianco, avrà assegnata la risposta giusta (quindi, tanto di guadagnato). Ciò implica che sarà considerata esatta la risposta di chi ha barrato una qualsiasi delle opzioni.

Vorrei però soffermarmi sul fatto che non sappiamo assolutamente, ad oggi, quale sarà il criterio adottato dal Ministero per rivedere il test. Ciò che è certo è che saranno rivalutate le domande non corrette (oltre quelle già segnalate in fase di prima correzione dal Cineca), il fatto che possano essere considerate esatte domande cosiddette "ambigue" lo hai aggiunto tu, ma io in questo riscontro delle difficoltà, in quanto lì andremmo nel campo della soggettività e il test perderebbe l’oggettività per cui è stato disposto. Io ritengo che debbano essere riviste le domande oggettivamente non corrette.

2 Visto che tutto il processo si concludera’ il 20, spero siano previsti rinvii, nelle facolta’ che hanno previsto scritti per fine mese. Sara’ cosi?? Un osservazione che accetto anche censurata: ma bastano solo le scuse?

Lalla – Al momento non sono previsti rinvii, se non in qualche Università come Unisalento, che ha addirittura dirottato le prove scritte ad ottobre. Io consiglio a chi crede di poter accedere alla prova scritta perchè l’esito finale del test non è stato così lontano dalla soglia minima per il superamento (penso ad es. ai tanti 20,5) di continuare a studiare.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads