Che senso ha il concorso a maggio 2013 se non includerà gli abilitati del TFA?

Margherita – Gentile Redazione, vi scrivo in merito alle ultime notizie sul concorso per le immissioni in ruolo. Io non capisco realmente il senso di due cose:

1. perché al concorso di ottobre potranno partecipare, tra quelli che sono in possesso della laurea ma non dell’abilitazione, solo coloro che si sono laureati entro l’a.a. 2001/2002? Perché le persone più giovani devono essere penalizzate?

Lalla – questo avviene perchè la norma che istituisce il concorso è datata 1998, il DL 460/1998. Se il concorso fosse avvenuto nei tempi stabiliti, cioè dopo pochi anni quello del 1999, la norma avrebbe avuto senso. Adesso invece ci troviamo a svolgere un concorso con una norma anacronistica, ma che non è possibile modificare se veramente si vuole pubblicare il bando il 24 settembre.

2. che senso ha rifare un altro concorso a maggio senza aspettare che sia finito ilprimo ciclo del TFA? In questo modo chi fa il TFA quest’anno rimane escluso e deve aspettare ancora!!! Spero che voi sappiate spiegarmi queste direttive, che mi paiono assurde. Grazie

Lalla – questa considerazione non la trovo corretta, il Ministro ha detto maggio, intendendo proprio alla fine del I corso TFA.

PS. i tempi per l’espletamento di un concorso non sono mai stati rapidissimi in Italia, non vorrei smorzare l’ottimismo del Ministro facendogli notare che qualche problema nell’organizzazione ci sarà, ma comprendo benissimo che non avrebbe potuto scrivere un comunicato dicendo: iniziamo il concorso, poi quando finirà finirà….

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads