Modifica dell’accorpamento degli istituti

Patrizia – sono una docente che presta servizio presso una scuola primaria di Reggio Calabria. A seguito della proposta di dimensionamento della rete scolastica, approvato dal commissario ad acta, la scuola in cui prestavo servizio facente parte dell’istituto comprensivo San Sperato è stato diviso tra due istituzioni scolastiche diverse. E’ stato chiesto a noi docenti di esprimere la nostra opzione di scelta. Io avevo già intenzione di chiedere trasferimento proprio per la scuola da me scelta nell’opzione, cioè l’I.C. Telesio quindi, dopo i risultati della revisione della rete scolastica, non ho prodotto domanda di mobilità.

Giorno 29 agosto sera, praticamente a due giorni dall’inizio dell’anno scolastico, vengo a sapere in maniera ufficiosa che l’I.C. San Sperato veniva unito a quello di Cardeto (che tra l’altro è comune a sè!) A tutt’oggi nessun decreto è stato pubblicato!

Adesso, alla fine dei conti, mi ritrovo a dover itinerare, in quanto insegnante di lingua straniera, su tre scuole tra l’altro distanti tra loro, con un punteggio di 180 punti, cosa che non sarebbe successa se avessi presentato domanda di trasferimento! cosa mi consiglia di fare? In attesa risposta, ivio i miei più distinti saluti

Lalla – gent.ma Patrizia, la situazione mi sembra alquanto strana perchè a questo punto delle operazioni non è possibile modificare la composizione delle istituzioni scolastiche, che sono state acquisite a sistema e hanno un codice. Poi mi chiedo, ieri non sei stata a scuola per verificare la situazione, non ci sono altri colleghi in allarme per la stessa situazione, da quale fonte è derivata la notizia non ufficiosa? Mi sembra ci siano troppe indicazioni vaghe per poter avere di quello che sta accadendo, sinceramente sulla base di questo non ho un consiglio pratico su cosa fare, dato che ad oggi come dici tu non c’è nessun decreto ufficiale di tale situazione.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads