Ingiustizia a Macerata TFA prove scritte

ads

Miriam - Gentile Lalla, sul sito della nostra Università (facolta di Lettere e Filosofia di Macerata) è apparsa questa bella scritta: Come indicato nell’art. 5 del bando di ammissione l’oggetto è costituito da una o più discipline ricomprese nella classe di concorso cui il percorso di tirocinio formativo attivo si riferisce; la prova verifica le conoscenze disciplinari, le capacità di analisi, interpretazione e argomentazione, il corretto uso della lingua italiana, e non può pertanto prevedere domande a risposta chiusa; nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella lingua straniera per cui si richiede l’accesso al percorso di tirocinio formativo attivo;nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento della lingua italiana, è prevista una prova di analisi del testo; nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento delle lingue classiche è prevista una prova di traduzione;

Le commissioni non hanno ritenuto opportuno fornire ulteriori specificazioni riguardo al contenuto delle prove. mi chiedo se questa cosa sia legale, tutte le altre università hanno pubblicato descrizione abbastanza dettagliate su come si svolgeranno scritti e orali e da noi neanche un cenno. Si divertono a giocare con il futuro? Si può fare qualcosa?

Lalla – gent.ma Miriam, io non sono in grado di far nulla. Invece potrebbe essere importante costituirvi in gruppo/coordinamento e riuscire ad avviare un dialogo con la Commissione, in cui avanzate le vostre proposte (naturalmente dovete avere le idee ben chiare quando esponete le problematiche)

ads