Come richiedere all’Ufficio Scolastico di riconfermare lo stesso docente precario?

Clara – Buongiorno, non so se sia il posto giusto dove chiedere e in caso ci scusiamo. Nostra figlia ha fatto la prima elementare e sta per iniziare la seconda. Abbiamo appena scoperto che la maestra, persona splendida e con cui si e’ creato un ottimo rapporto con tutta la classe, e’ stata spostata ad altra scuola perché precaria (ma da molti anni e con buon punteggio) in favore di una di ruolo (che non conosciamo ancora e di cui non sappiamo nulla quindi niente di personale).

Sapete se e’ possibile contattare il provveditorato o altro per far presente lo spiacevolissimo episodio (probabilmente normale nell’assurdo panorama scolastico italiano) che penalizza soprattutto i bambini? Si può rimediare secondo voi?

Lalla – gent.ma Clara, purtroppo non è possibile rimediare. Sarebbe stato comunque peggio se l’insegnante non fosse stata brava vi foste trovati costretti ad averla per tutti e 5 gli anni. In questo modo, in ogni caso, ad una insegnante brava può seguire una docente altrettanto brava.

Dico queste parole un po’ con il sorriso in bocca, ma capisco benissimo il punto di vista dei genitori, purtroppo una lettera o qualsiasi contatto con il Provveditore non può cambiare la situazione, che è regolata da precise norme amministrative. Capita purtroppo raramente che il docente precario riesca a strutturare un lavoro di continuità con il gruppo classe ritornando per più anni nella stessa sede scolastica; molto più spesso i cambiamenti degli organici (il docente di ruolo ha la precedenza) fanno sì che il docente precario sia costretto a scegliere sulle disponibilità residue.

In ogni caso il mio consiglio è quello non insistere troppo con i bambini sul sentimento di attaccamento nei confronti dell’insegnante dello scorso anno, ma al contrario di lavorare per predisporli in modo da accettare serenamente il passaggio, creando così le condizioni necessarie affinchè anche la nuova insegnante possa instaurare con la classe un rapporto proficuo per il lavoro da svolgere. Questo passaggio è fondamentale, tanto più se si pensa che essendo questa docente di ruolo probabilmente occuperà quel posto per tutti gli anni del ciclo.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads