Immissione in ruolo revocata per punteggio risultato sbagliato alla verifica

Cara Lalla, ho saputo di una collega che, immessa in ruolo, ha avuto la revoca per errata attribuzione del punteggio riguardo a dei servizi prestati. Poichè non è stata lei a dichiarare il falso, ma un errore del csa nell’attribuire il punteggio all’atto della presentazione della domanda, che conseguenze ci saranno? Lei è preoccupatissima. Grazie anticipatamente.

Lalla – fa bene ad essere preoccupata, in quanto è vero che la collega può aver dichiarato correttamente (e questo comunque depone a suo favore), ma è anche vero che le graduatorie vengono pubblicate prima in versione provvisoria affinchè i candidati possano presentare apposito reclamo avverso eventuali errori materiali dell’Ufficio Scolastico che ha vagliato la domanda. Si potrebbero infatti ipotizzare varie ipotesi: la docente si è accorta dell’errore, ma non potendolo attribuire a se stessa ha "approfittato" della situazione e accettato l’insperata fortuna derivante da un errore, oppure realmente la docente non si è accorta dell’errore e ha continuato a maturare il suo punteggio.

Da parte dell’ufficio Scolastico è necessario appurare se la collega avrebbe comunque maturato il diritto all’immissione in ruolo anche senza il punteggio. In caso affermativo non c’è da preoccuparsi, in caso negativo il problema rimane. Infatti se i controlli non avessero l’obiettivo di certificare il diritto al ruolo non si dovrebbero neanche fare ( è implicito nella procedura che questi controlli possano essere effettuati anche dopo l’immissione in ruolo, per questo non è consigliabile rischiare). Se l’Ufficio scolastico non sanzionasse il punteggio sbagliato di fatto ammetterebbe che si possa sbagliare e che un errore potrebbe andare anche a beneficio dell’aspirante.

E’ difficile rispondere in astratto al quesito, perchè in ogni caso bisognerebbe avere maggiori informazioni, ritengo comunuqe che possano esserci gli estremi per la revoca del ruolo (a meno che la collega non riesca a dimostrare la buona fede anche dopo la pubblicazione della graduatoria con punteggio sbagliato, che implica una implicita accettazione del punteggio).

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads