Rifiutata la supplenza su posto accantonato perchè la convocazione non era chiara

Una madre di una giovane precaria della primaria – Mia figlia ha purtroppo rinunciato ad un posto con nomina fino all’avente diritto,lo presentavano incerto , insicuro e.. lei non si è presentata alla nomina. Non si capiva altro nella convocazione, aggiungevano che quel posto sarebbe ritornato all ‘usp.

L’ha preso una ragazza indietro nelle G.I e la segretaria solo ora mi fa sapere, su richiesta, che si tratta di un posto accantonato, dove c’è un contenzioso, dove il tar si deve ancora pronunciarsi e la supplenza sarà fino al 30 .6 se non oltre.

Ma nell’inviarci le proposte di nomina si diceva:

1posto prr maternità 4 marzo 2112
1posto per allattamento 5/6/12
1 posto fino all’avente diritto che ritornerà all’usp. “———————-

Non hanno detto niente per non influenzare le ragazze… ma mia figlia avrebbe accettato se avesse capito che era un poso accantonato con un contenzioso dal 2010! Ma è una roulette?

Inoltre mia figlia sta ricevendo da qualche scuola (a volte la stessa) convocazioni per nomine di 2 o 3 giorni con minaccia di essere messa in coda dopo 2 rinunce. Ma questo è un momento che chiamano i dirigenti (se chiamano), non si può essere bloccati o sanzionati

Ps. perchè nella provincia di Ancona i presidi non chiamano per le supplenze per il sostegno?

Lalla – gent.ma, innanzitutto bisogna chiarire una circostanza molto importante, e cioè da quale graduatoria sono state conferite queste supplenze e quale tipo di contratto è stato stipulato.

La circolare n. 6677 del 12 settembre 2012 ha infatti dato delle indicazioni per la costituzione delle graduatorie di istituto per l’a.s. 2012/13. Nelle more di definizione di tale operazione, i dirigenti scolastici devono utilizzare le graduatorie di istituto dell’a.s. 2011/12, con contratti fino all’avente diritto, e solo quando saranno pronte le nuove graduatorie, rifare le convocazioni.

Le indico il passaggio della nota " d) Nelle more di attuazione delle operazioni di cui ai precedenti punti a), b) e c) e della diramazione definitiva delle graduatorie di circolo e di istituto valide per l’a.s. 2012/13, i dirigenti scolastici che abbiano necessità di nominare dei supplenti utilizzeranno le graduatorie del precedente anno scolastico stipulando a tal fine contratti in attesa dell’avente titolo ex art.40 Legge n.449/97"

Pertanto, il fatto che tale circostanza non fosse già presente nella convocazione è di per sè un errore. Ma tralasciando questo, se alle docenti che hanno accettato queste supplenze non sono stati stipulati contratti fino all’avente diritto, la convocazione non può essere ritenuta corretta.

La convocazione con contratti fino all’avente diritto comporta che

  • la rinuncia non è sanzionabile (lo ha chiarito il Ministero con la nota del 13 settembre 2011 " Nel caso di supplenze conferite sulla base delle precedenti graduatorie, eventuali comportamenti sanzionabili non producono effetti sulle nuove graduatorie valide per il triennio 2011-2014"
  • alla costituzione delle nuove graduatorie le convocazioni devono essere rifatte (per cui sua figlia, che ha rifiutato in prima convocazione, potrebbe invece accettare dalle graduatorie definitive).

La invito pertanto a controllare che tipo di contratto è stato stipulato alle colleghe e nel caso reclamare affinchè la normativa venga rispettata. In ogni caso un contratto su posto accantonato, se rimane tale per tutto l’anno scolastico, non potrà andare oltre il 30 giugno

Quando i dirigenti chiameranno dalle graduatorie di istituto relative all’a.s. 2012/13, anche le chiamate per supplenze brevi sono sanzionabili.

Non saprei invece dirle perchè i dirigenti scolastici non stiano ancora chiamando per le sostituzioni su sostegno, uno dei motivi potrebbe essere quello di attendere le nuove graduatorie di istituto, evitando quindi l’avvicendamento di più insegnanti su questa tipologia di supplenza.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads