Scelta arbitraria sui requisiti di accesso al concorso

Francesco – Sono un laureato in lettere, indirizzo classico. Dopo essermi iscritto all’Università ho dovuto interrompere gli studi per motivi familiari. Ho ripreso parecchi anni dopo, ed ho conseguito la laurea quadriennale nel 2005 presso l’Università di Catania.

Stando a ciò che si legge sui giornali la possibilità di partecipare al concorso dovrebbe essere preclusa ai quadriennalisti che hanno conseguito la laurea dopo il 2001-2002. Se così fosse, si tratterebbe di una scelta chiaramente discriminatoria, oltre che del tutto arbitraria. Abbiamo conseguito, come gli altri, un titolo che ha un "valore legale".

Non si verrebbe, tale valore, ad abolire operando una scelta del genere? Mi piacerebbe sentire il vostro parere in proposito. Grazie.

Lalla – gent.mo Francesco, il Ministro sta per bandire il concorso per docenti 2012 sulla normativa esistente, non su una scelta arbitraria. Purtroppo la normativa risale al 1998, si tratta del D.I. 460/98, al quale avrebbe dovuto fare seguito il concorso del 1999 (come è stato) e poi a seguire concorsi ogni 3 anni destinati agli abilitati, al primo dei quali avrebbero potuto partecipare i laureati degli anni accademici indicati pur se non in possesso dell’abilitazione, perchè in quel frangente non avrebbero potuto conseguire l’abilitazione.

Come saprai, di quei concorsi non si è fatto nulla, la graduatoria di quello svolto nel 1999 ha avuto durata più che decennale e solo adesso si è ripreso in mano la normativa; è chiaro che non mutandola essa può apparire anacronistica, anche se l’alternativa sarebbe stata (da normativa) quella di orientare il concorso solo verso i docenti abilitati.

Secondo quanto comunicato dal Ministro c’è la volonta di modificare la normativa, ma non ne conosciamo ancora i dettagli. Il mio consiglio è quello di conseguire l’abilitazione tramite il TFA (la laurea del 2005 ti avrebbe consentito l’accesso alle selezioni che si stanno svolgendo in queste settimane), dato che molto probabilmente, come accennato, proprio l’abilitazione sarà considerato il requisito di accesso minimo per la partecipazione ai futuri concorsi.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads