TFA ordinari: controllo dei titoli e dei requisiti dei candidati

Giovanni – Spett. redazione di Orizzontescuola.it, come fare per essere certi che tutti i candidati ammessi alle terze prove del TFA ordinario siano realmente in possesso dei titoli e dei requisiti necessari per l’accesso alla rispettiva classe d’insegnamento?

La mia domanda prende spunto dalle diverse segnalazioni che già nel periodo del test pre-selettivo sono circolate in rete e che mettevano in risalto il problema della partecipazione alla procedura di selezione TFA da parte di persone prive dei titoli e/o dei requisiti necessari (e che, a quanto pare, in alcuni casi avrebbero addirittura dichiarato il falso al momento dell’iscrizione).

So che è compito delle varie Università procedere ai controlli e alle valutazioni, ma, dal momento che anche in occasione degli aggiornamenti delle Graduatorie d’Istituto i titoli e i requisiti degli aspiranti docenti devono essere controllati e valutati dalle segreterie scolastiche e che spesso capitano sviste ed errori di valutazione che permettono a candidati privi di requisiti necessari di essere comunque inclusi in tali graduatorie, non c’è modo di rendere queste importanti procedure di verifica e valutazione più sicure e trasparenti?

Lalla – gent.mo Giovanni, forse la procedura potrebbe essere esente da errori solo qualora ci fosse un cervellone elettronico in cui, inseriti tutti i dati, controllasse in automatico le corrispondenze e scartasse i furboni. Questo, almeno, è il mio sogno. Fino a quando invece la procedura sarà affidata alle segreterie (e questo potrebbe anche starci), ma anche ad una normativa eccessivamente cavillosa, che si presta a differenti interpretazioni, continueremo a soffrire per queste magagne. Ci auguriamo che uomini e donne impegnati in questa operazione si rendano conto della responsabilità alla quale sono chiamati e di conseguenza svolgano il loro compito con efficienza.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads