Recupero ore per partecipazione a stage C1

Prof.ssa Serenella – Spett. Redazione Orizzonte Scuola, Sono una docente di lingua inglese di ruolo dal 1988. Ho partecipato in qualità di tutor ad un POR C1 all’estero, esattamente a Londra per la durata complessiva di tre settimane (dal 6 al 26 ottobre).

Come ben sapete tale esperienza comporta una mole di lavoro non indifferente la presenza costante del tutor dalle 8.00 alle 23. che può protrarsi anche nelle ore notturne se qualche studente sta male. Complessivamente ho prestato assistenza (fatti e non parole) per l’ammontare di 315 ore (15 0re al giorno per 21 gg.)

Al mio ritorno il dirigente mi ha informato che devo recuperare 54 ore di servizio non prestato nella sede di titolarità in virtù del D.P.R. 275/1999 art 4.

Mi sembra un controsenso, perché pur volendo, non avrei potuto prestare servizio permanendo in un paese straniero. Per quanto riguarda il pagamento del progetto, al tutor spetta il compenso economico soltanto per le 4 ore di servizio prestate nella scuola straniera per 5 giorni alla settimana.. Non si contano i weekend anche se il tutor lavora ugualmente dalle 8.00 alle 23.00.

Gradirei ricevere un vostro cortese chiarimento in merito.

Lalla – gent.ma, abbiamo messo in evidenza questa stortura pubblicando la lettera che in merito è stata pubblicata

Recupero tramite supplenze ore di servizio svolte nei progetti PON caratterizzati da soggiorni continuativi?

La lettera è della Gilda degli Insegnanti di Ragusa, che puoi contattare per chiedere quale riscontro ha avuto tale lettera.

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads