Visita fiscale e periodo di convalescenza ordinato dall’ospedale

Carlo – Gentile OS,
sono un docente di ruolo e ho subito un’operazione importante, con 10 giorni di  ricovero ospedaliero e altri 20 di convalescenza, che comprendono parte delle  vacanze natalizie e qualche giorno di gennaio dopo il rientro a scuola. Volevo  sapere se in questi giorni ho l’obbligo di stare a casa e aspettare la visita
fiscale. Grazie.

Anno di prova per le docenti collocate in maternità obbligatoria

Veronica – sono un’insegnante di scuola primaria entrata in ruolo quest’anno.  Ad aprile entrerò in astensione obbligatoria per maternità (maggio se la mia dottoressa me lo consentirà: la data presunta del parto infatti è prevista per l’8 giugno). Perciò, se non ci saranno complicazioni, dovrei sia riuscire a frequentare tutti i corsi (obbligatori ed opzionali) sia effettuare i 180 gg di servizio. La dirigente mi proponeva di sostenere la discussione del mio lavoro ad Aprile (o Maggio) per non farmi rientrare a fine giugno quando avrò da poco partorito. Si può fare? La sua era una proposta, ma nemmeno lei è sicura che questa possibilità sia contemplata dalla legge. Grazie del tuo prezioso servizio.

Concorso: prove ambito 4 e 9 – Lettere

Anna – Gent. ma Lalla, nella domanda di partecipazione al concorso ho richiesto di partecipare per i seguenti insegnamenti: A050 ambito K04A, A051 ambito K09A, A043 ambito K04A e AA00. A questo punto ho capito (e ti prego di correggermi) che dovro’ quindi sostenere una prova scritta per la scuola dell’infanzia e una comune per la A043,A050 e A051 di italiano, storia e geografia.

Opportuno il concorso per i primi in graduatoria?

Roberta – Gentile redazione, sono una docente precaria, terza nella graduatoria ad esaurimento nella provincia di appartenenza. Ho superato la preselettiva ma continuo a chiedermi: se per le future immissioni in ruolo si attingera’ per meta’ dalle GrE verra’ stilata una nuova graduatoria regionale? O e’ soltanto una ulteriore illusione anche questa? Grazie anticipatamente.

Supplenze: si lavora ma non si viene pagati

Sim – Gentilissima Lalla, spero che avrai il tempo per rispondere anche a me, che, in questo momento, sollevo una questione che poco attiene ai concorsi e alle questioni affini… Sono una supplente, e, dopo il decreto Gelmini, il numero delle mie giornate lavorative si era ridotto in modo drammatico (10-20 gg. in un anno scolastico!!!). Ultimamente, pare che qualcosa si muova in positivo: qualche scuola ricomincia a chiamare, e i periodi lavorativi sono lievemente più lunghi, insomma, apparentemente, ci sarebbe da sentirsi più ottimisti… c’è un però: da settembre, io, e come me le mie "colleghe di sventura", lavoriamo senza percepire una lira…

Concorso: programma per ambito 5

Elvira – Cara Lalla, sono un’insegnante precaria laureata in lingue (Inglese e francese). Ho superato la preselezione del concorso, ma non ho capito cosa studiare per lo scritto dato che il decreto non dice nulla per lo scritto né d’inglese (superiori e medie) né di francese (superiori e medie). Per caso si deve studiare l’ordinamento scolastico? quante domande a risposta aperta ci saranno? Grazie Cordiali Saluti

Concorso: è necessario studiare le Avvertenze generali anche per la prova scritta?

Andrea – Gentilissimi, vorrei cortesemente avere delucidazioni sulla prova scritta del concorso a cattedre, visto i discordanti pareri, teorie, indicazioni poco chiare e voci di corridoio.la domanda che vi pongo è la seguente: le avvertenze generali fanno parte della prova scrittà? Al riguardo è parere generale (sia dai forum attinenti sia da pareri vari), che la prova scritta verterà sul programma della materia non includendo le avvertenze generali. Nell’attesa di avere una risposta chiara e definitiva, che ci tolga da ogni dubbio e che tenga anche conto dei tempi ristretti colgo l’occasione di porgervi i più sinceri Auguri.

Aspettativa per motivi di famiglia: rientro anticipato del titolare e contratto del supplente

Scuola – Gentile Redazione,
si chiede una delucidazione su un argomento piuttosto complesso. Una docente di lettere di ruolo in questo istituto ha chiesto aspettativa per motivi di famiglia dal 12 settembre all’8 marzo. L’aspettativa è stata concessa e in data 22 dicembre è pervenuta una domanda della stessa docente in cui spiega, in modo dettagliato, i motivi per cui ha intenzione di interrompere l’aspettativa manifestando così la volontà di rientrare in servizio giorno 7 gennaio. Precisiamo che dal 17 settembre abbiamo fatto sottoscrivere un contratto di supplenza ad un docente, prima su avente diritto e poi da graduatoria definitiva di I fascia in quanto di nuovo aspirante alla supplenza. Il contratto termina l’8 marzo. Si chiede se c’è la possibilità di accogliere la richiesta della docente ed eventualmente su quale normativa dobbiamo basarci. Si ringrazia in anticipo per la consulenza.

Adozioni nazionali e internazionali: i diritti scaturiscono dall’entrata del minore in famiglia

Teresa – Salve , vorrei un’informazione; sono docente di sostegno annuale fino al 30 Giugno. Con mio marito stiamo svolgendo c/o i servizi sociali competenti i
colloqui preadottivi per ottenere idoneità all’adozione. Mi hanno detto a scuola- che non possono essere retribuiti e devo recuperarli, è vero ?(finora ho fatto così per evitare problemi) … ma quando saremo convocati dai giudici del tribunale x i minori,anche? Grazie x vs risposta. Teresa

Il supplente in infortunio sul lavoro può accettare una supplenza senza obbligo di prendere servizio

Luigi – sono un supplente attualmente in infortunio sul lavoro certificato dall’INAIL. Questo quello che è successo. Avevo una supplenza fino al 19 dicembre, il 18 mentre mi recavo a scuola ho avuto un incidente. Avviate tutte le pratiche per infortunio sul lavoro, sono stato dichiarato in infortunio fino al 12 gennaio, anche se la supplenza è terminata il 19 per rientro della titolare. Il mio dubbio è questo: se dal 7, come è probabile, le scuole ricominceranno a chiamare e io sono ancora in infortunio, come posso fare? potrò prendere servizio o dovrò per forza rifiutare?
Grazie.

TFA: la situazione del Molise

Mariangela – Gentile Lalla Volevo esporre i miei dubbi. Il primo: ho superato le selezioni del TFA per la classe 049 presso l’Università del Molise, e mi chiedo: ma se i posti per il TFA sono stati calcolati sulle esigenze per regione di ogni classe di concorso, perchè in Molise il concorso non è stato bandito nè per la 047 e nè per la 049? Oppure il numero di abilitati TFA serve per calcolare i posti per il prossimo concorso (sempre se ci sia)? Qua in Molise il Tfa prevedeva 30 posti per la 049 e 20 posti per la 047 ma siamo passati rispettivamente in 12 e 9. Naturalmente il mio dubbio riguarda anche altre classi di concorso.

Concorso: nella prova scritta di scuola primaria lingua inglese per tutti?

Michela – Buonasera Lalla, sono docente precaria della scuola primaria. Ho superato il test di preselezione al concorso e vorrei cortesemente che mi chiarisse un dubbio. Nella prova scritta della scuola primaria si fa anche riferimento all’accertamento della conoscenza della lingua inglese; io, invece, ho studiato la lingua francese: farò la prova in base alla lingua di mia conoscenza? Certa di una sua risposta, la ringrazio in anticipo

Quando avverrà l’iscrizione in graduatoria per gli abilitati TFA?

Federico – Ciao Lalla, sono un "fortunato" vincitore del concorso ordinario per l’accesso al TFA. Tra poco l’Università ci chiederà di perfezionare l’iscrizione e mi sento alquanto dubbioso per diversi motivi (costi elevati specialmente perchè devo seguirlo fuori sede in altra Regione), ma il più importante è il seguente: una volta acquisita l’abilitazione ci consentiranno almeno di inserirci nelle graduatorie di istituto in seconda fascia o dovremo aspettare il rinnovo delle graduatorie nel 2014 per l’anno scolastico 2014/2015?

Conferimento supplenza lingua inglese primaria

Mauro – Sono un supplente di scuola primaria regolarmente inserito nelle graduatorie di prima fascia di circolo e di istituto per il posto comune e per l’insegnamento della lingua inglese… Essendosi presentata la possibilità di una supplenza su un posto prevalente che comprende anche l’ inglese  e dato che l’insegnante che mi precede in graduatoria e’ sprovvista del titolo per l’insegnamento dell’inglese, vorrei sapere i criteri di attribuzione della supplenza in merito. In attesa di una vostra risposta vi porgo distinti saluti.

Il pagamento del sabato e della domenica deve avvenire anche in presenza del “giorno libero” settimanale

Lucio – sono un docente precario che ha sostituito una docente di ruolo per 18 ore dal 28 ottobre a venerdì 21 dicembre, il sabato è il giorno libero. La scuola mi ha stipulato un contratto fino al 21, escludendomi il 22 e il 23 (la titolare è rientrata in servizio lunedì 24 e riprenderà le sue classi il 7 gennaio). Mi chiedevo se ciò è legittimo o se non dovrei avere pagati anche il sabato e la domenica. Nell’economia del punteggio credo che due giorni facciano la differenza. Grazie.

Consiglio di Classe straordinario e modalità di convocazione

Paola – sono una docente precaria con incarico annuale in una scuola  superiore. Durante le vacanze di Natale (il 27/12) la dirigente ha convocato un  consiglio di classe straordinario, i cui motivi rimangono a me finora  sconosciuti.  La convocazione dei docenti è avvenuta tramite comunicazione telefonica  effettuata presumibilmente in data 22/12 (sabato, nonchè giorno di chiusura  della scuola, alle ore 16).  Nel mio caso non ho risposto alla chiamata che, tra l’altro, mi è arrivata con  un numero diverso da quello ufficiale della scuola.

I permessi per la legge 104/92 possono essere fruiti solo in casi certificati di handicap in situazione di gravità

Istituto Comprensivo  – Gentile Orizzonte Scuola,
siamo un istituto comprensivo. Una docente di ruolo poco prima dell’inizio delle vacanze ha presentato richiesta per fruire dei 3 giorni di permesso al mese legge 104/92. Leggendo stamattina le carte, ci siamo accorti che ha un’invalidità superiore ai 2/3  legge 104 art. 3, comma 1. Può fruire dei benefici di cui all’oggetto? L’art. 21 ne darebbe diritto? SI precisa che la docente ha già presentato richiesta di fruire del giorno di permesso l’8 gennaio 2013. Si ringrazia per la consulenza.

I periodi di congedo parentale li decide il docente e non la scuola

Cecilia – sono una docente delle superiori in astensione facoltativa al 30% fino al 23.12.2012 e dal 7.1.2013 fino al 30.4.2013. Mio figlio era malato dal 20.12 al 22.12. Oggi la dsga mi ha chiamato dicendomi che mi conveniva prendere di astensione anche il periodo di natale perchè altrimenti c’erano buone probabilità che il preside mi spostasse la facoltativa facendomi rientrare in servizio per qualche settimana finchè non avrebbero individuato un sostituto.
Il problema nasce dal fatto che il mio sostituto avrebbe non una proroga che lui sarebbe obbligato a accettare ma una conferma per cui la dsga teme che non accetti dato che a giorni ci saranno le telefonate per gli aventi diritto.

Il congedo straordinario non è utile ai fini della tredicesima mensilità e del TFR

Alina – Gentile redazione sono insegnante di ruolo e ho una controversia con la segreteria della mia scuola. Ho usufruito lo scorso anno scolastico di 10 mesi di congedo retribuito per assistere mia madre ,portatrice di H. . la stessa ha riconosciuta la 104 con terzo grado di invalidità permanente. adesso mi si dice che non ho diritto alla tredicesima mensilità, e pesa tutto anche sul TFR. Io ho dato uno sguardo ed ho letto che è vero che non avrei percepito la tred. mens. ma soltanto perchè la scuola avrebbe dovuto mensilmente accreditarmela sullo stipendio. E non so dove esplicitamente si parli di tred. mens e di TFR. per chi usufruisce di tutto o in parte dei due anni di congedo straordinario. Potreste indicarmi la normativa esplicita dove leggere con attenzione e capire? Grazie per una vostra cortese risposta.