Anche a dicembre prelievo del 2,50% su 80% retribuzione

Giuseppe – Gentile Orizzonte Scuola, faccio notare che nonostante la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità del prelievo del 2,50% sull’80% della retribuzione, sulla busta paga docenti di dicembre è stato applicato il prelievo sia sullo stipendio sia sulla tredicesima. Il governo aveva recepito tale sentenza, come mai ancora il prelievo? Grazie

Lalla – gent.mo Giuseppe, in seguito alla sentenza n. 223/2012 della Corte Costituzionale il Governo ha adottato la soluzione di ripristinare il TFS

Ti indico la risposta fornita dalla Cisl, che chiarisce cosa avverrà per i dipendenti.

Cisl – Dal testo del decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri nelle settimane scorse si deduce che, sulla vicenda del 2,5% di trattenuta per il fondo di previdenza dell’INPS ex INPDAP, ritenuta illegittima dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 223/2012, la soluzione adottata dal Governo è la seguente:

  • viene abrogato il comma 10 dell’art. 12 del decreto-legge 78/2010 che prevedeva, a decorrere dal 1° gennaio 2011, il computo del TFS secondo le regole del TFR.
  • Si ripristina così la modalità di calcolo del TFS precedente il decreto-legge 78/2010, modalità più favorevole rispetto a quella introdotta dal decreto stesso.
  • Viene così rilegittimata la trattenuta del 2,5% a carico del dipendente pubblico. Non ci sarà pertanto alcuna restituzione delle somme trattenute dal 1° gennaio 2011 ad oggi.
  • Per quanto riguarda le cause pendenti, ne consegue che saranno estinte di diritto.
Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads