Concorso: mi sono iscritta per infanzia e primaria. Posso rinunciare ad una classe?

Irene – Avendo conseguito il diploma magistrale nel 1998 ho partecipato alla prova preselettiva del concorso, superandola. Nella compilazione della domanda di partecipazione al concorso, avevo chiesto di partecipare al concorso sia nella scuola dell’infanzia che nella scuola primaria.

Una mia collega mi ha fatto sapere che, in virtù della domanda d’iscrizione al concorso così come l’ho compilata, sono "tenuta" a partecipare obbligatoriamente ad entrambe le prove scritte; pena, l’esclusione o una penalizzazione nel punteggio.

Onestamente, mi sembra una teoria improbabile. Ma vorrei avere una risposta da voi che siete affidabilissimi e molto competenti.

Vi ringrazio e vi auguro buon lavoro.

Lalla – gent.ma Irene, confermiamo: la tesi della tua collega è improponibile e fantasiosa. Nella fase di presentazione della domanda il candidato poteva fare richiesta di partecipazione per tutte o solo per alcune delle classi di concorso o posti di insegnamento cui accede con il proprio titolo.

Questo significa che adesso l’USR destinerà le giornate le sedi in base alla domanda presentata. Questo significa che un giorno ci sarà la prova per infanzia e un altro giorno la prova per la primaria.

Il bando dice che "E’ escluso dal concorso il concorrente che non si presenta nel giorno, luogo e ora stabiliti".

Pertanto, se nel giorno della prova per la scuola dell’infanzia non ti presenti, la tua prova relativa a questa classe di concorso si conclude con quella decisione, ma questa non ha alcuna influenza sulla prova calendarizzata per l’altra classe di concorso (o al contrario, potresti decidere di svolgere quella calendarizzata per prima e non la seconda).

Pura fantasia il fatto che la mancata presentazione possa incidere in termini di punteggio (non saprei neanche pensare come la collega possa essere arrivata a simile conclusione).

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads