Consiglio di Classe straordinario e modalità di convocazione

Paola – sono una docente precaria con incarico annuale in una scuola  superiore. Durante le vacanze di Natale (il 27/12) la dirigente ha convocato un  consiglio di classe straordinario, i cui motivi rimangono a me finora  sconosciuti.  La convocazione dei docenti è avvenuta tramite comunicazione telefonica  effettuata presumibilmente in data 22/12 (sabato, nonchè giorno di chiusura  della scuola, alle ore 16).  Nel mio caso non ho risposto alla chiamata che, tra l’altro, mi è arrivata con  un numero diverso da quello ufficiale della scuola.

Il solerte segretario, in una successiva chiamata del 27 mattina, successiva  al consiglio di classe appena svolto, mi ha detto che, a dire della Dirigente,  la mancata risposta alla chiamata del 22 comporta già l’assenza  ingiustificata.
Specifico che nessuna comunicazione ufficiale è stata fatta nè sul sito della  scuola, nè tramite e mail, prassi che di solito sono in uso in questo istituto.  Posso appellarmi alla   C.M. 105/1975, che all’art. 1 prescrive:“La  convocazione degli organi collegiali deve essere effettuata con lettera diretta  ai singoli membri dell´organo collegiale e mediante affissione all´albo di  apposito avviso; in ogni caso, l´affissione all´albo dell´avviso è adempimento  sufficiente per la regolare convocazione dell´organo collegiale”?  Secondo voi è ammissibile che una chiamata non risposta da un numero che a me  risulta sconosciuto sia sufficiente a convocare un docente soprattutto in  queste circostanze? Vi ringrazio anticipatamente

Paolo Pizzo – Gentilissima Paola,

le modalità della convocazione dei Consigli di Classe (e tutti gli Organi Collegiali) dovrebbero essere indicate in un apposito Regolamento interno.

Solo in mancanza di tale Regolamento bisognerà obbligatoriamente attenersi a quello di tipo ministeriale contenuto nella circolare a cui fai riferimento nel quesito.

Ciò ovviamente vale anche per i consigli di classe straordinari, che dovrebbero seguire lo stesso iter, salvo diversamente indicato nello stesso Regolamento.

Dubito però fortemente che in un Regolamento interno ci possa essere scritto che la convocazione dell’organo collegiale possa ritenersi valida con il solo preavviso effettuato tramite fonogramma agli interessati, e soprattutto se ciò avviene in un periodo in cui non ci sono le lezioni (anche se il docente è comunque ritenuto in servizio).

Inoltre, anche qualora dovessimo fare riferimento alla C.M. 105/1975 laddove dice che “in ogni caso, l´affissione all´albo dell´avviso è adempimento sufficiente per la regolare convocazione dell´organo collegiale”, c’è da considerare che dal 22 al 27 dicembre nessun docente poteva essere a scuola per consultare l’albo, quindi la sola affissione all’albo non sarebbe in questo caso sufficiente.

Il fatto poi che tu stessa affermi che la comunicazione ufficiale viene per prassi fatta sul sito della scuola o tramite e-mail, mi fa pensare che ciò potrebbe essere la modalità prevista dal Regolamento interno.

Bisognerà quindi che ti accerti quali siano le modalità previste in detto Regolamento, se esiste, e constatare se la scuola ha agito correttamente.

Nel caso il Regolamento non esita, il mio parere è che comunque la sola comunicazione tramite fonogramma  non possa bastare in quanto effettuata non con il numero della scuola, di sabato e per giunta una sola volta (stando a quello che dici).

A questo dobbiamo aggiungere che siamo in un periodo in cui non vi sono attività didattiche e che nei giorni che vanno dal 22 al 27  ve ne sono 3 festivi (una domenica, il 25 e il 26).

Potrai quindi evidenziare quanto detto per una tua eventuale giustificazione.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads