Quando avverrà l’iscrizione in graduatoria per gli abilitati TFA?

Federico – Ciao Lalla, sono un "fortunato" vincitore del concorso ordinario per l’accesso al TFA. Tra poco l’Università ci chiederà di perfezionare l’iscrizione e mi sento alquanto dubbioso per diversi motivi (costi elevati specialmente perchè devo seguirlo fuori sede in altra Regione), ma il più importante è il seguente: una volta acquisita l’abilitazione ci consentiranno almeno di inserirci nelle graduatorie di istituto in seconda fascia o dovremo aspettare il rinnovo delle graduatorie nel 2014 per l’anno scolastico 2014/2015?

Lalla – la normativa al momento dispone la riapertura delle graduatorie di istituto per l’anno scolastico 2014/15, nè mi risulta ci siano stati incontri per la discussione di questa problematica.

Federico – Meglio ancora, avendo lo Stato abilitato un numero di docenti in base al fabbisogno (almeno dicono), c’è una legge che impone di utilizzare tale personale al posto di quello non abilitato e che quindi garantisce almeno la possibilità di avere delle supplenze?

Lalla – c’è la legge che impone di utilizzare le graduatorie. Quando sarai inserito nella II fascia delle graduatorie di istituto sarai convocato per le supplenze con precedenza rispetto ai colleghi non abilitati.

Federico – Da qualche parte (ma non sono sicuro) ho letto che con le SISS agli abilitati consentivano l’inserimento immediato in graduatoria.

Lalla – questo avveniva perchè la riapertura delle graduatorie permanenti (allora si chiamavano così) era annuale, poi nel 2005 biennale (significa che i corsisti che completarono l’accesso nel 2006 dovettero attendere l’anno successivo per l’iscrizione nella graduatoria ad esaurimento), nel 2011 è diventato triennale.

Federico – Sarà così anche per noi novelli "tieffini" oppure ci faranno mettere il titolo nel cassetto per un anno e pace a tutti gli sforzi e costi sostenuti?. Ti ringrazio moltissimo per il servizio che rendi e ti chiedo (se non ci sono certezze normative) almeno di darmi la tua personale opinione.

Lalla – anche se non dovesse esserci una immediata spendibilità del titolo, esso è il punto di partenza necessario per raggiungere altri obiettivi (partecipazione al concorso per l’immissione in ruolo), pertanto il suo valore va analizzato anche da altri punti di vista.

Federico – Permettimi, infine, di far notare una anomalia (secondo me molto grave): ma è possibile che le Università non prevendano la riduzione delle tasse per motivi economici???. Non esiste corso di laurea triennale o magistrale, corso di dottorato o specializzazione che non abbia previsto una normativa per la riduzione delle tasse tramite certificazione ISEE a parte il TFA per i docenti (2500 euro senza sconti e in molte facoltà anche di più)!!. Non credi che sia qualcosa di cui indignarsi? Forse provvederenno in un secondo momento?

A presto e auguro a tutto lo staff di Orizzonte Scuola un felice anno nuovo

Lalla – La risposta del Ministero Borsa di studio negata ai corsisti TFA

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads