La supplente può usufruire dell’astensione obbligatoria 1+4 anche se il contratto scade il 30 giugno?

Maria Carmela – Buongiorno, sono un’assistente amministrativo che lavora in un I.C. e vorrei porre un quesito: si può concedere ad un insegnante con contratto fino al 30 giugno 2013 di posticipare l’astensione obbligatoria all’8 mese di gravidanza considerando che il suo contratto finisce il 30 giugno e che in caso si facesse la concessione l’astensione obbligatoria finirebbe il 26 luglio 2013 e quindi imporrebbe il pagamento dell’indennità fuori nomina.

Congedo biennale per assistenza al disabile e soggetti legittimati alla fruizione del congedo

Linda – Salve sono una docente con incarico annuale. Assisto da diverso tempo una mia zia a me convivente  che possiede la 104 art. 3 comma 3 soggetto in situazione di gravità. Ho fatto richiesta per poter usufruire del congedo straordinario dei due anni visto che la situazione del marito della stessa, ottantacinquenne, si aggrava  sempre di più. Eppure mi viene riferito che non posso rientrare tra i beneficiari del diritto in quanto possono usufruirne solo i parenti ed affini entro il secondo grado.

Docente in maternità e le indennità riconosciute

Maria Pia – vorrei chiederLe un chiarimento in merito ad una situazione in cui mi sono venuta  a trovare. Sono iscritta nelle graduatorie di III fascia e, al momento, mi trovo in astensione obbligatoria per gravidanza e due settimane fa ho ricevuto la convocazione per una eventuale supplenza. Ho inviato alla scuola la documentazione per sottolineare che la mia mancata presenza nel giorno della convocazione non doveva essere interpretata come rinuncia all’eventuale incarico (si sa infatti che vengono convocate più persone e che la supplenza viene affidata a chi è primo in graduatoria tra i presenti).

“Occupazione” della scuola e 200 giorni di lezione

Edvige – Ho urgenza di sapere se i giorni dell’occupazione che impediscono il raggiungimento dei 200 giorni di lezione obbligatori devono in qualche modo essere recuperati.  Noi abbiamo iniziato l’anno scolastico con 3 giorni di anticipo che avremmo poi utilizzato per usufruire di ponti dal 25 aprile al 5 maggio, poiché oltre le feste note, a Monterotondo c’è la festa patronale e i sabati non andiamo a scuola. La dirigente scolastica che ha vissuto male l’occupazione, cerca di vendicarsi togliendoci la possibilità di fare i ponti. E’ regolare questo? Ringrazio anticipatamente per i chiarimenti che potrete fornirmi e saluto.

Non è legittimo revocare la supplenza in corso per il rientro anticipato del titolare

Crescenzo – sono un docente precario di scuola secondaria superiore ed ho ottenuto in data 23 ottobre 2012 un contratto al 30 giugno su una cattedra resasi vacante a seguito delle dichiarazione di non idoneità all’insegnamento della docente titolare. Pochi giorni fa (26 gennaio 2013) il Dirigente mi ha comunicato la risoluzione del contratto, in quanto la docente, precedentemente dichiarata non idonea, è stata dichiarata nuovamente idonea. Possibile che  tutto ciò sia legale e non impugnabile? Distinti saluti.

Computo del sabato e della domenica e certificati di malattia con diagnosi diverse

Docente – Salve ho bisogno si informazioni riguardo la certificazione di malattia. In poche parole ho chiesto un giorno di malattia venerdì, ho comunicato a scuola il numero del certificato ed è finita lì. Ho dovuto richiamare il medico anche lunedì mattina, altro certificato ed altra chiamata a scuola. La scuola mi ha comunicato che d’ufficio mi addebita in busta paga anche il fine settimana quindi anche il sabato e la domenica (la mia scuola è a tempo pieno e c’è scuola dal lun al ven);secondo loro, siccome non ho ripreso il servizio allora c’è continuità della malattia. Mi era già successo in un’altra scuola, ma consultata la normativa avevano riconosciuto l’errore in quanto la mia malattia potrebbe essere collegata a due diverse situazioni; due certificati, due chiamate.  Vi chiedo appunto la normativa di riferimento così che possa utilizzarla anche in questa occasione.

Ecco perché il docente di Approfondimento deve far parte a pieno titolo del consiglio di classe e degli scrutini

Irene – Scrivo in relazione alla guida pubblicata in data odierna di Paolo Pizzo per il corretto svolgimento degli scrutini della scuola secondaria di I e II grado. A proposito della partecipazione obbligatoria allo scrutinio e all’esame finale della docente di approfondimento di materie letterarie, la comunicazione del direttore generale M.P. Novelli del 9/6/2010 dice l’esatto contrario (AOODRLA prot. n. 14163). C’è un nuovo riferimento normativo?

Concorso: non ho il requisito di accesso e non ho presentato ricorso, posso svolgere la prova scritta?

Rino – Salve, vorrei un chiarimento circa la partecipazione e continuazione al concorso a cattedre per quanto riguarda la mia situazione. Sono un laureato 2006, non ho alcuna abilitazione all’ insegnamento e mi sono iscritto online tramite il sito istanze online alla classe di concorso a034 in Campania. Essendo stata accettata la domanda online, non ho fatto alcun ricorso ed ho partecipato alla prova preselettiva superandola.

Modalità pagamento supplenze relative a Dicembre 2012

Sono il DSGA di una scuola primaria della provincia di Bari. Entro il 31/12/2012 ho pagato tutte le supplenze relative al mese di Dicembre fra cui anche una supplenza il cui contratto decorreva dal 1/12/12 al 10/1/13 (pagandola naturalmente dal 1/12 al 23/12) ; poichè l’insegnante titolare assente non ha preso servizio durante le vacanze natalizie ed ha prorogato l’assenza fino al 13/1/2013 alla supplente spetta il pagamento delle vacanze natalizie. Pertanto le chiedo le modalità di liquidazione dei 6 giorni di dicembre (dal 24 al 30) se attraverso il cedolino unico o con i fondi iscritti in bilancio.

Decesso del titolare prima del 31 dicembre: supplenza al 30 giugno o 31 agosto?

Stefania – Gentili responsabili di Orizzonte Scuola, ho un quesito da porvi relativo alla durata di una supplenza conferita dall’ USP in una scuola secondaria di primo grado. Un mese fa sono stata contattata dall’USP della mia provincia per un incarico al 30 giugno, su una cattedra resasi disponibile (quindi vacante) in seguito alla morte della titolare.

Concorso: se si supera la prova di Italiano e non di Latino, si può accedere alla prova orale per A043/A050?

Angela – Gentilissima Lalla, vorrei porti un quesito su cui sto dibattendo con alcune mie amiche. Il 18 e il 19 febbraio p.v. dobbiamo sostenere le prove per gli ambiti disciplinari 4 e 9. le mie colleghe sostengono che se si supera lo scritto di Italiano, Storia e Geografia, ma non quello di Latino, il non superamento in questa ultima materia pregiudicherà anche la prova precedente.

Non presente nelle graduatorie di istituto perchè non ho compilato il modello B

Dalila – Cara lalla, nel giugno 2011 ho fatto domanda nella provincia di napoli in cui sono inserita in terza fascia. Ma sia a settembre 2011 che 2012 non ho compilato il modello B per la scelta delle 10 scuole, ora non so cosa devo fare, vorrei x favore un tuo consiglio. Devo fare la domanda di messa a disposizione? E’ x questo che non mi hanno mai chiamata?

Concorso: se non mi presento allo scritto potrò far valere l’esito della preselettiva al prossimo concorso?

Stefania – Gentilissima Lalla,sono una docente precaria, iscritta nelle graduatorie ad esaurimento della classe di concorso A060 in provincia di Varese. Vista la costipazione di questa graduatoria e constatato che è da 3 anni che non riesco più a lavorare su tale classe di concorso, mi sono decisa ad iscrivermi al concorso che si terrà a breve.