Nomina tutor per immissione in ruolo giuridica

Carissima Lalla, sono appena stata immesso in ruolo su A043 con nomina giuridica dal 1 settembre 2012; lavoro per 5 ore su CC A052 e per due giorni a settimana. Arrivo ai 180 giorni. Se calcolo anche i collegi, i consigli di classe, i dipartimenti, incontri pomeridiani coi genitori e tutto ciò che fa parte della 40+40 li supero abbondantemente. Non so però se tutto ciò che fa parte dei 40+40 sia calcolabile.

Lalla – gent.ma Giovanna, io ritengo che i giorni in cui non sei in servizio per l’attività di insegnamento, ma per attività che rientrano nelle 40 + 40, sia da considerarsi giornate valide ai fini del conteggio dei 180 per l’anno di prova.

La circolare Ministeriale 10 settembre 1991, n. 267 afferma infatti "Dal computo dei 180 giorni di servizio utili ai fini del completamento della prova, comunque, non possono escludersi le attività istituzionali

rese anche successivamente alla fine delle lezioni quali, ad esempio, i servizi prestati in qualità di membro interno od esterno delle commissioni giudicatrici degli esami di maturità."

Quindi le attività istituzionali rientrano a buon diritto nel conteggio, e le 40 + 40 sono attività istituzionali, normate dall’art. 29 del CCNL.

Il fatto comunque che arrivi a 180 giorni con i soli giorni di lezione ti pone al di fuori della problematica.

Giovanna – Inoltre mi sono recata presso la preside per chiederle di nominarmi un tutor e mi ha risposto di cercarlo da me poiché non "obbligherà" mai un docente delle superiori a fare da tutor a un docente delle medie. Non ho voluto rispondere per le rime visto che sappiamo tutti che lei è obbligata a farlo. La dirigente mi ha poi ha caldamente invitata a procrastinare l’anno di prova al prossimo anno perché secondo lei non ha senso che io lo svolga in un liceo quando l’immissione in ruolo è sulle medie. Le ho risposto che mi spiace sia contrariata ma che intendo comunque avvalermi di un diritto che la legge mi consente di esercitare e che inoltre, visto che
ho insegnato per tre anni sulle medie e per dieci alle superiori, sulla A052, non intendo perdere la possibilità di richiedere il passagio di ruolo il prossimo anno in nome di un principio che non riconosco come tale.

Prima delle vacanze una collega che sembrava disponibile a farmi da tutor le ha parlato e dopo il colloquio mi ha detto che non se la sente più di essere la mia tutor.

Ti ho esposto sinteticamente i fatti ma in sintesi avrei bisogno di sapere se le ore che fanno parte delle 40+40 concorrono all’accumulo di giorni di servizio e soprattutto come fare affinché la preside mi nomini un tutor senza che io debba cercarlo da sola. Da ultimo non ti nego che inizio a temere per la valutazione finale… Grazie mille!!

Lalla – per quanto riguarda la nomina del tutor ti invito a leggere questa risposta, mi sembra che la situazione sia simile

Non ci sono dubbi sul fatto che tu abbia diritto, dal punto di vista della normativa, allo svolgimento dell’anno di prova. Questa l’ultima nota emanata (all’interno c’è il riferimento alla normativa nazionale). Quanto al timore che l’atteggiamento del Dirigente Scolastico possa influenzare il comitato di valutazione, mi sembra sia fondato, ma appunto il comitato ha la possibilità di dimostrare che a scuola si lavora seriamente, e non in base a pregiudizi.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads