TFA Modena: che orari aspettarsi?

Ivan – Gentile Lalla, ti scrivo per informarti dell’ennesima barbarie organizzativa relazionata al TFA. Contrariamente a quanto auspicato dalle richieste dello stesso sito di orizzontescuola, anche l’Università di Modena, dopo la pubblicazione delle graduatorie, sta chiedendo ai candidati ammessi al TFA di iscriversi e di pagare l’immatricolazione senza comunicare non solo date di inizio e fine dei corsi di TFA, ma anche la suddivisione del monte ore di lezione settimanale.

Dopo una selezione durata sei mesi, mi sono iscritto comunque, sperando di riuscire a conciliare il mio lavoro con i corsi. Sono consapevole del fatto che la frequenza richiesta potrebbe essere giornaliera e impegnare (come succede a Bologna) anche i sabati.

La preoccupazione aumenta, visto che ancora non ci sono notizie e siamo a metà di gennaio ormai. Mi auguro che gli orari di lezione risultino esclusivamente al pomeriggio e tengano conto che molti di noi lavorano al mattino.

Che cosa succederebbe se l’Università stabilisse orari eccessivi (ad esempio tutti i giorni dalle 13 alle 19) o mettesse le lezioni sia al mattino che al pomeriggio, impedendoci di lavorare? Grazie per l’ascolto.

Lalla – gent.mo Ivan, l’Università terrà come principio il fatto che deve consentire ai corsisti lo svolgimento del tirocinio, che fa parte del corso stesso. Per il resto, ha carta bianca, nel senso che non propone un corso di formazione iniziale degli insegnanti destinato a lavoratori, ma in teoria (molto in teoria, data l’età media degli ammessi al primo corso TFA) a laureati che si avviano alla professione di docenti.

Per questo motivo, credo non siano programmate lezioni al mattino. Per quanto riguarda gli orari del pomeriggio, dipende dall’organizzazione, potrebbe anche ipotizzarsi un avvio delle lezioni alle 14.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads