Concorso: vale la pena studiare senza conoscere l’esito del ricorso avverso la prova preselettiva?

Linda – Ciao Lalla, scusa il disturbo, ma sn nel caos più totale, ho partecipato al concorso-docenti e non sono riuscita a superarlo, ho totalizzato 34,5 ed ho aderito al ricorso….il problema che non avendo nessuna idea se il ricorso verrà accettato mi chiedo su quali base dovrei mettermi a studiare….

Lalla – io sono del parere che a presentare il ricorso siano stati i candidati che, forti della propria preparazione disciplinare e professionale (quella che sarà richiesta nella prova scritta) non hanno ritenuto idonea la valutazione della prova preselettiva così come indicata nel bando. Se invece il candidato deve ancora iniziare a studiare, è indeciso sulla preparazione, non sa se… direi che una valutazione sulla partecipazione o meno al concorso andava fatta a monte.

Linda – ho chiamato il sindacato ma non mi sanno dire nulla, voi che idea avete sull’esito del ricorso?

Lalla – il sindacato ti ha risposto correttamente. Nessuno può sapere in che modo si esprimerà il giudice, questo è il modo in cui funzionano i ricorsi. Chi lo presenta crede naturalmente di avere ragione, è il giudizio poi a decidere, ascoltata la controparte (Ministero in questo caso). Pertanto, non potendo avere una risposta oggi, chi è seriamente motivo studia, perchè se la risposta è affermativa deve affrontare le prove e dimostrare di essere capace.

Linda – Ne vale la pena spendere ancora soldi per comprare un testo su cui studiare?

Lalla – dipende dai tuoi obiettivi 🙂

Linda – Inoltre che testo mi consigliate per la scuola primaria?

Lalla – nella home page di Orizzonte Scuola vengono consigliati dei testi, puoi consultare quelli. Nel forum inoltre vi sono molti gruppi di studio, composti da docenti seriamente motivati a superare la selezione.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads