È sempre possibile lasciare una supplenza “fino ad avente titolo” per un’altra a titolo definitivo

Mariateresa – sono un’insegnante di terza fascia nella scuola secondaria di primo grado. Stamattina ho ricevuto una chiamata da una scuola per 18 h fino a metà aprile, su una maternità. Attualmente sono in servizio, in un’altra scuola, per 9 h, fino all’avente diritto su sostegno (il posto è vacante). Posso lasciare e prendere le 18 h? Le rispettive segreterie non hanno le idee chiare. Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Mariateresa,

la risposta è positiva.

Nell’applicazione VIVIFACILE che il MIUR ha predisposto per le scuole e che riguarda la modalità di interpello dalle graduatorie di istituto del personale supplente (“Accertamento convocabilità dei docenti dalle graduatorie di istituto”), alla lettera G è riportato testualmente:

Per costante orientamento è sempre consentito lasciare una supplenza “in attesa dell’avente titolo” per accettarne altra attribuita a titolo definitivo. Ne deriva una costante situazione di convocabilità per supplenze a titolo definitivo nei riguardi di coloro che siano già impegnati “in attesa dell’avente titolo”.

Si precisa che tale passo, volutamente da me riportato virgolettato, è la schermata delle istruzioni della piattaforma VIVIFACILE che appare alle scuole quando devono convocare i supplenti.

Pertanto, non solo ti spetta lasciare l’ “avente titolo” per una supplenza con data certa (e senza subire alcuna sanzione), ma dal momento che le istruzioni sopra riportate sono fornite dallo stesso MIUR alle scuole, queste ultime sono obbligate a convocarti pur sapendo che sei occupata “fino ad avente titolo”, se la supplenza che devono offrirti è a titolo definitivo.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads