Concorso: esercizi o teoria per l’ambito 8?

Roberto – Dunque la domanda che in questo periodo sta angosciando me e tanti altri colleghi è: il nostro studio dovrà orientarsi sulla parte teorica? o sulla parte di esercizi? su entrambe? la differenze è molto più che sostanziale. Per non parlare del fatto che, nel dubbio, studiarle entrambe comporterebbe sottrarre tempo al settore che invece ci sarà presentato alla prova concorsuale.

In alcuni forum ho letto che poichè la dicitura esatta della prova scritta è "domande a riposta aperta" questo farebbe intuire che si sta facendo riferimento a quesiti da articolare/ dimostrare, dunque teorici; ma la nota dell’ultimo comunicato del 16 gennaio, dove veniva specificato che per il nostro ambito sarà permesso l’uso di calcolatrice scientifica, ci fa pensare invece tutt’altro.

Con la speranza che possiate aiutarmi a fare chiarezza su questo punto per noi importantissimo, colgo l’occasione per ringraziarvi del servizio e della dedizione con cui riuscite ad aggiornare e gestire il vostro sito – secondo me primo nel settore per precisione, chiarezza ed affidabilità. Cordiali saluti

Lalla – gent.mo Roberto, in mancanza di chiarimenti ministeriali ufficiali, la nostra idea è che la preparazione deve essere volta sia alla parte teorica che agli esercizi, che alle Avvertenze generali. La prova infatti dovrà valutare le competenze disciplinari (e questo può significare sia esercizi che teoria per le discipline dell’ambito 8) che professionali.

Concorso: indicazioni per lo svolgimento delle prove scritte per A049

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads