Contratto per supplenza breve: – 164 euro di retribuzione professionale docenti?

Antonella – Salve, sono un insegnante e ho un contratto sul sostegno (non ho il titolo ) a partire dal 12/11/2013 al 06/03/2013 scuola dell’infanzia.Inizialmente il contratto era fino all’avente diritto, successivamente sono stata riconfermata.

Mi sono accorta che sul cedolino del ministero risulta come supplenza breve e inoltre manca nello stipendio la dicitura Altri assegni (retribuzione professionale docenti) quindi mi ritrovo 164.00 euro meno in entrata .Volevo sapere se è esatta la busta paga o come penso io ci sia un errore. In attesa di un a sua risposta La ringrazio e Le porgo distinti saluti

Lalla gent.ma Antonella, il cedolino è corretto.

1) Tutte le supplenze con scadenza fino al termine delle lezioni o precedente si configurano come "supplenze brevi e temporanee"

Le altre tipologie di supplenza sono infatti

  • fino al termine delle attività didattiche, cioè 30 giugno
  • annuale, fino al 31 agosto

2) alle supplenze brevi non compete il pagamento della retribuzione professionale docenti (quelle 164 euro di cui lamenti la mancanza). Il Miur lo ha chiarito nella nota del 17 dicembre 2012

"Si rammenta infine che sia la retribuzione professionale docenti che il compenso individuale accessorio non competono ai supplenti brevi e saltuari. Infatti la Circolare Ministeriale 14 aprile 2000, n. 118, elenca le fattispecie per le quali è previsto il pagamento dei compensi in parola, limitandole essenzialmente ai contratti a tempo indeterminato e determinato purché di durata annuale o sino al termine delle attività didattiche o anche ai contratti stipulati ai sensi dell’art. 40 comma 9 della legge 449/1997"

Il contratto ai sensi dell’art. 40 comma 9 della legge 449/1997 è quello che hai avuto tu prima della conferma, cioè fino "all’avente diritto", per questo adesso noti la mancanza di quella cifra, ma dal punto di vista amministrativo è tutto corretto.

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads