Congedo di maternità durante i mesi estivi: quando potranno essere fruite le ferie maturate e non godute??

Susanna – salve,sono una docente a tempo indeterminato. In caso di parto nel mese di agosto nei 3 mesi di congedo obbligatorio va contato anche lo stesso agosto o no? poiché agosto è mese in cui richiedo le ferie questo mese di ferie perse si recupera? cioé il rientro a scuola sarebbe posticipato di un mese ovvero 3 mesi di congedo obbligatorio+ uno di ferie da recuperare? grazie.

Paolo Pizzo– Gentilissima Susanna,

i periodi di congedo obbligatorio non si “recuperano” né è possibile “rimandarli”.

I periodi di congedo di maternità/interdizione dal lavoro sono computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti, compresi quelli relativi alla tredicesima mensilità e alle ferie.

Le ferie e le assenze eventualmente spettanti alla lavoratrice ad altro titolo non vanno godute contemporaneamente ai periodi di congedo di maternità.

Il comma 10 dell’art. 13 del CCNL/2007 prevede che in caso di particolari esigenze di servizio ovvero in caso di motivate esigenze di carattere personale e di malattia, che abbiano impedito il godimento in tutto o in parte delle ferie nel corso dell’anno scolastico di riferimento, le ferie stesse saranno fruite dal personale docente, a tempo indeterminato, entro l’anno scolastico successivo nei periodi di sospensione dell’attività didattica.

Oltre alle esigenze di servizio ed ai motivi di carattere personale, si rileva che l’impossibilità della fruizione delle ferie può essere dovuta a motivi di forza maggiore ovvero all’assenza dal servizio per una di quelle cause legali che non comportano la perdita del diritto alle ferie, come appunto è il congedo di maternità/interdizione dal lavoro.

Ne consegue, quindi, che il periodo di congedo di maternità/interdizione dal lavoro non fa venire meno il diritto della lavoratrice al godimento delle ferie ma costituisce un motivo legittimo di rinvio delle stesse al termine del congedo.

Pertanto, se non potrai fruire di tutte o di parte delle ferie spettanti al termine del periodo di congedo di maternità, le ferie stesse saranno fruite entro l’anno scolastico successivo nei periodi di sospensione dell’attività didattica (es. vacanze di Natale o Pasqua).

Posted on by nella categoria Senza categoria, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads