La docente collocata in interdizione per gravi complicanze ha titolo al completamento orario

Sonia – Gentili consulenti, vi sottopongo la mia situazione: sono titolare di due ore settimanali di supplenza fino al 30/06 presso una scuola media; il mio periodo di astensione obbligatoria per maternità comincia il 21 marzo, ma il ginecologo mi ha fatto il certificato per l’anticipazione dell’astensione a partire da oggi in quanto ha individuato una situazione di rischio. Oggi stesso ho ricevuto una convocazione da parte di una scuola superiore per un orario completo di 18 ore fino al 9/06.

Posso accettare questa seconda supplenza senza prendere servizio vista l’astensione anticipata oppure il fatto che sia di 18 ore (che si aggiungerebbero alle 2 dell’altra scuola) non mi consente di accettare? Potrei accettare solo una parte delle ore, sempre senza prendere servizio? In caso non possa accettare questa supplenza, come devo comportarmi in caso di altre convocazioni? Grazie per la vostra consulenza.

Paolo Pizzo – Gentilissima Sonia,

il personale in congedo di maternità o interdizione dal lavoro che abbia accettato una supplenza ad orario non intero mantiene titolo, al pari dei docenti che sono in effettivo servizio ma non collocati in congedi obbligatori, ad accettare eventuali altre proposte di contratto a completamento di quello già sottoscritto. Anche in questo caso non vi è nessun obbligo di una presa effettiva di servizio.

Precisiamo che in questo caso il completamento di orario deve basarsi su un orario concreto, anche se la docente non assume effettivo servizio al momento dell’accettazione del completamento. Questo perché nel caso la supplenza dovesse poi continuare dopo il rientro dalla maternità, l’orario della docente dev’essere compatibile con quello della prima supplenza.

Nel tuo caso, quindi, non potendo lasciare l’incarico di 2 ore al 30/6 per quello di 18 ore fino al 9/6, mantieni il titolo al completamento orario senza nessun obbligo di prendere servizio (il completamento, però, può avvenire solo fino alle 18 ore totali).

Pertanto, hai titolo a completare il tuo orario accettando 16 ore.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads