Visite guidate e plesso chiuso perché sede di seggio elettorale

Primo collaboratore del Ds– Il ns. istituto ha due sedi, una scelta da sempre come sede di seggio, l’altra no. Fatto salvo quanto previsto dall’O.M. 185/95 art. 3, comma 30,   i docenti  della sede chiusa per seggio possono organizzare uscite didattiche extracurricolari (visite alla città, cinema, mostre ecc.) per tutti gli studenti impediti di frequentare le lezioni abituali oppure  è tassativo che non prestino servizio?

Paolo Pizzo – Gentilissimo,

come afferma la nota MIUR dell’ 11.04.2012, prot. n. 2209, l’effettuazione di viaggi di istruzione e visite guidate deve tenere conto dei criteri definiti dal Collegio dei docenti in sede di programmazione dell’azione educativa (cfr. art. 7, D.lgs. n. 297/1994), e dal Consiglio di istituto o di circolo nell’ambito dell’organizzazione e programmazione della vita e dell’attività della scuola (cfr. art. 10, comma 3, lettera e), D.lgs. n. 297/1994).

A decorrere dal 1° settembre 2000, il “Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche”, emanato con il D.P.R. 275/1999, ha configurato la completa autonomia delle scuole anche in tale settore; pertanto, la previgente normativa in materia (a titolo esemplificativo, si citano: C.M. n. 291 – 14/10/1992; D.lgs n. 111 – 17/03/1995; C.M. n. 623 – 02/10/1996; C.M. n. 181 – 17/03/1997; D.P.C.M. n. 349 – 23/07/1999), costituisce opportuno riferimento per orientamenti e suggerimenti operativi, ma non riveste più carattere prescrittivo.

Le istituzioni scolastiche hanno quindi completa autonomia in materia di organizzazione e responsabilità delle visite guidate e viaggi di istruzione.

Spetta quindi agli Organi Collegiali fissare i criteri generali organizzativi di tutte le tipologie di uscita e ancora meglio approvare uno specifico Regolamento.

Inoltre il Collegio dei docenti e i Consigli di classe potranno intervenire per la programmazione didattica.

Ciò non toglie, quindi, che anche quando la scuola è sede di seggio elettorale oppure si tratta di un giorno festivo gli organi collegiali prevedano viaggi di istruzione e visite guidate (diversi viaggi organizzati dalla scuole, specialmente all’estero, prevedono il rientro nella tarda giornata della domenica).

L’importante è che gli organi collegiali si esprimano in tal senso e ci siano le adesioni degli allievi e naturalmente dei docenti accompagnatori (in nessun caso si potrà parlare di “obbligo”).

Il tutto è quindi deve essere riferito alle decisioni che avete già preso o prenderete in tal senso.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads