Il giorno di ferie richiesto durante il periodo delle lezioni

Francesco – sono un Docente che ha accettato una supplenza di 2 ore settimanali dal 1 Febbraio 2013 in una Scuola Superiore. Mi trovo nella necessità di chiedere un giorno di ferie (nel quale ho un’ora di lezione, la sesta, ovvero l’ultima): dalla scuola mi hanno risposto che per potermi concedere uno o più giorni di ferie devo essere “coperto” da un collega che mi sostituisca in tale ora, col la motivazione di non dover pesare sul bilancio scolastico. Ho fatto supplenze temporanee in decine di scuole prima d’ora ed è la prima volta che mi viene fatta una richiesta del genere: mi chiedo dunque se tale richiesta sia legittima, soprattutto considerando che, essendo l’ultima ora, la classe potrebbe essere fatta uscire in anticipo. Ringraziandola per l’attenzione e facendovi i complimenti per l’utilissimo servizio la saluto cordialmente.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Francesco,

la scuola ha ragione.

L’art. 13/9 del CCNL/2007 (ferie per il personale a tempo indeterminato) prescrive:

“Le ferie devono essere fruite dal personale docente durante i periodi di sospensione delle attività didattiche; durante la rimanente parte dell’anno, la fruizione delle ferie è consentita al personale docente per un periodo non superiore a sei giornate lavorative. Per il personale docente la fruibilità dei predetti sei giorni è subordinata alla possibilità di sostituire il personale che se ne avvale con altro personale in servizio nella stessa sede e, comunque, alla condizione che non vengano a determinarsi oneri aggiuntivi anche per l’eventuale corresponsione di compensi per ore eccedenti, salvo quanto previsto dall’art. 15, comma 2.”

L’art. 19/1 afferma :“Al personale assunto a tempo determinato, al personale di cui all’art. 3, comma 6, del D.P.R. n. 399 del 1988 e al personale non licenziabile di cui agli artt. 43 e 44 della legge 20 maggio 1982 n. 270, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro, le disposizioni in materia di ferie, permessi ed assenze stabilite dal presente contratto per il personale assunto a tempo indeterminato”.

Pertanto, nel momento in cui chiedi un giorno di ferie si deve applicare l’art. 13/9 citato.

Non si condivide la procedura secondo cui gli allievi devono uscire un’ora prima perché il docente ha chiesto un giorno di ferie. Tale ipotesi, infatti, si potrebbe prendere in considerazione solo se il docente è assente e non c’è possibilità di sostituirlo.

Trattandosi di ultima ora, agli allievi in questo caso potrebbe essere concesso di uscire prima.

Ma dal momento che l’assenza per ferie durante il periodo delle lezioni è disciplinata dal Contratto e deve sottostare ad alcuni vincoli, come quello della preventiva sostituzione (non è quindi una necessità di sostituzione che si determina improvvisamente), ritengo che la scuola non sbagli nel seguire il dettato del Contratto.

Posted on by nella categoria Ferie
Versione stampabile
ads ads