Docente immessa in ruolo in due anni differenti ma in due classi di concorso diverse: è obbligata a svolgere l’anno di formazione?

Angela – vorrei porti un quesito un po’ complicato riguardante la mia situazione lavorativa. Sono una di quelle ultime fortunate che l’anno scorso, finalmente dopo più di 10 anni, e’entrata di ruolo sulla classe di concorso A043 pur avendo lavorato sempre o quasi  sulla A050. La mia immissione in ruolo e’avvenuta però ad ottobre del 2011 quando già stavo lavorando con supplenza annuale sulla A050. Ottenuta la fatidica immissione in ruolo, mi sono recata a Roma a firmare il contratto e a consegnare tutti i documenti di rito; in quest’occasione ho chiesto ad un’impiegata addetta alla formazione se avessi potuto fare l’anno di prova ed il corso di formazione. Molto gentilmente mi ha risposto che avrei potuto farlo tranquillamente perché pur insegnando sulla 050, la 043 faceva parte dello stesso ambito disciplinare.

Tornando a casa, ho posto lo stesso quesito ad una affabile e gentile responsabile del provveditorato di Frosinone che mi ha confermato le parole della sua collega romana. L’indomani, tornata a scuola, ho spiegato al mio Dirigente la situazione in cui mi trovavo e, grazie alla sua disponibilità’ e alla sua collaborazione, ho potuto frequentare il corso di formazione e relativo anno di prova con comitato di valutazione finale. I festeggiamenti sono stati di rito, ovviamente! Fin qui tutto bene o almeno credevo; infatti ad agosto del 2012 sono stata nuovamente convocata da Concorso ordinario sulla stessa graduatoria ma questa volta accettando il ruolo sulla A050 e rinunciando all’insegnamento sulla A043 previa dichiarazione scritta. Questa volta sono stata ancora più contenta perché ho potuto scegliere come provincia Frosinone e non più Roma. Più fortunata di così!!! Ho iniziato quindi questo nuovo anno scolastico non piu’ da precaria ma con un atteggiamento molto sereno, consapevole di aver adempiuto a tutti i doveri, ma così non è stato. Infatti qualche giorno fa il D.S. della mia scuola mi ha comunicato,con mio grande stupore, che dovro’ rifare sia il corso di formazione che l’anno di prova con relativa relazione finale, tutor e comitato di valutazione. Mi è stato poi chiesto di firmare il contratto a tempo indeterminato preparato dalla scuola, dal momento che in questi giorni e’ arrivato il mio fascicolo personale con Decreto del D.S. dell’anno di prova dello scorso anno; nel contratto c’è scritto che sono assunta in prova sulla 050 e dovrò per questo essere valutata alla fine dell’anno con tutor e relazione finale. Io mi chiedo: perché l’anno scorso mi è stato permesso di fare l’anno di prova se ora devo rifare tutto da capo? Mi sento avvilita e delusa per tutto quello che mi sta succedendo. Confido in una tua risposta, positiva o negativa, eventualmente con normative da poter far leggere al mio Dirigente e poter forse così evitare di ripetere tutto nuovamente. Grazie

Paolo Pizzo – Gentilissima Angela,

il Dirigente è in errore.

L’anno di formazione non è dovuto da parte del docente immesso in ruolo nella scuola secondaria di I grado, che proviene dai ruoli della scuola secondaria di II grado (e viceversa), e a nulla rileva che  la “seconda” immissione in ruolo sia stata ottenuta per scorrimento della graduatoria da pubblico concorso ordinario per esami e titoli e non per “normale” passaggio di ruolo all’interno delle operazioni di mobilità.

La C.M. n. 196/2006 è molto chiara in questo affermando che:

“Nel confermare le disposizioni impartite da questo Ministero con C.M. n. 267 del 10.8.1991 e richiamate con nota del 28 maggio 2001, prot. n. 39/segr. ex Direzione generale del personale della scuola e dell’amministrazione, si ribadisce che i docenti, che hanno già superato il periodo di prova in una determinata classe di concorso e siano stati nominati in altra classe di concorso, in quanto inclusi nelle graduatorie provinciali di cui alla legge 124/99 e successive modifiche e integrazioni, o nelle graduatorie dei concorsi per titoli ed esami tuttora vigenti, ovvero abbiano ottenuto il passaggio di ruolo o di cattedra di cui all’ art 10 commi 1 e 5 del CCNL 23 luglio 2003, non sono tenuti a frequentare l’anno di formazione, di cui all’articolo 440 del citato Decreto legislativo n.297/94.”

Pertanto, non dovrai seguire nessun corso di formazione, non ti dovrà essere assegnato un tutor e non dovrai neanche sederti davanti al comitato di valutazione.

Dovrai invece sostenere l’anno di prova ed essere confermata in ruolo accertato il periodo minimo di 180 giorni nel presente anno scolastico.

Invitiamo il Dirigente a leggere questa FAQ.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads