Completamento orario: il docente conserva titolo al completamento nel caso abbia accettato uno spezzone in presenza di posti interi?

Maria Lucia – sono un’ insegnante precaria di scuola primaria. Vi scrivo poichè avrei bisogno di chiarimenti a riguardo la mia situazione lavorativa precisamente a riguardo il completamento orario. Il 21/09/12 sono stata convocata da GE ed ho accettato (rinunciando a cattedra intera) uno spezzone di 9 ore. Vorrei sapere se, da Graduatoria d’Istituto, posso completare il mio orario di servizio.

Mi sono sorti molti dubbi a riguardo, in quanto ci sono scuole che mi considerano occupata totalmente e per questo non mi interpellano, altre che mi convocano solo per supplenze brevi (cioè di 1 oppure 2 giorni che cadono in quelli miei liberi settimanali), poche scuole invece  mi danno una supplenza lunga, frazionando la cattedra e salvaguardando l’unicità d’ insegnamento nella classe e permettendomi così di completare l’orario settimanale. Vi chiedo, dunque, di delucidarmi su quale scuola sta agendo nel giusto e se esiste una fonte normativa a cui posso fare riferimento. Anticipatamente ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Maria Lucia,

Il completamento dell’orario di lavoro è un diritto che discende dall’art. 36 della Costituzione e dal principio del merito di cui all’art. 97 della Costituzione.

L’art. 4 comma 1 del D.M. n. 131/2007 prevede che l’aspirante cui venga conferita, in caso di assenza di posti interi, una supplenza ad orario non intero, anche nei casi di attribuzione di supplenze con orario ridotto in conseguenza della costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, conserva titolo, in relazione alle utili posizioni occupate nelle varie graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario, esclusivamente nell’ambito di una sola provincia, fino al raggiungimento dell’orario obbligatorio di insegnamento previsto per il corrispondente personale di ruolo.

L’articolo citato stabilisce quindi che il completamento può avvenire a condizione che l’accettazione dello spezzone orario sia avvenuto in mancanza di posti interi.

Tale ultima condizione è stata, quasi ogni anno, derogata dal MIUR con apposita nota consentendo il completamento d’orario anche nei casi di accettazione dello spezzone orario in presenza di altre disponibilità ad orario intero.

In assenza di un intervento Ministeriale, qualche USR o UST (vedi USR Veneto o UST di Napoli, Foggia e molti altri ancora) ha autonomamente deciso la deroga alla norma con apposite circolari permettendo così il completamento orario anche se si è accettato lo spezzone in assenza di posti interi (sia per la stessa classe di concorso che per altra classe di concorso).

In conclusione, devi fare riferimento a ciò che eventualmente ha deciso in merito l’UST della tua provincia.

Il consiglio quindi è quello di informarti al riguardo.

In questa guida abbiamo affrontato questo e altri casi.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads