Supplenze non retribuite, situazione indecente

A. L. – Salve, sono un’insegnante precaria di Assisi (PG). Vorrei esprimere tutto il mio disappunto per il mancato pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio 2013 per supplenza breve. Nonostante la nota ministeriale per l’emissione speciale del 18 febbraio 2013, l’amministrazione della scuola dove presto servizio mi ha assicurato che con il cedolino unico passeranno svariati mesi prima che io possa essere retribuita.

Vorrei che si desse voce a queste ingiustizie, abbiamo famiglie da mantenere e una dignità da salvaguardare. Grazie

Lalla – gent.ma, svariati mesi sono già trascorsi, e l’emissione speciale deve servire a colmare questo "vuoto". Certo non ci si può aspettare che la retribuzione sia in conto corrente già oggi, stamattina abbiamo avvertito nel nostro articolo della possibilità di dover attendere ancora qualche giorno o settimana. Ci auguriamo vivamente che questi non diventino mesi.

Supplenze, in arrivo i pagamenti arretrati. Promessa alle scuole la restituzione delle somme anticipate

Nello stesso articolo abbiamo fatto accenno a quello che comunque rischia di diventare un problema strutturale del cedolino unico, e cioè l’accredito due mesi dopo il periodo lavorativo.

I supplenti riceveranno lo stipendio due mesi dopo aver lavorato

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads