Personale che fruisce dei permessi di cui alla legge 104/92: ore eccedenti e svolgimento di progetti

Salvo – vi scrivo perchè ho assoluto bisogno di un chiarimento: Puo’ un docente di ruolo che usufruisce della 104 per assistere la moglie chiedere ed avere una eccedenza oraria di due ore ampliando così il suo orario settimanale da 18 a venti ore? e poi lo stesso può ottenere a scapito di altri docenti l’assegnazione di progetti dove è necessario svolgere intensa attività extrascolastica? grazie anticipatamente per la vostra gentile consulenza. Approfitto per porgerVi i più cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Salvo,

la risposta alla prima domanda è positiva.

Il personale che fruisce dei 3 giorni al mese per handicap personale o per assistenza al disabile può accettare, se ne ha diritto, le ore in eccedenza (fino a 24).

Non si ravvisa nessun elemento ostativo al riguardo.

Per il secondo quesito non ho ben capito cosa intendi con “a scapito”, dal momento che immagino (e mi auguro) che per l’assegnazione dei progetti ai docenti si siano seguiti dei criteri che erano fin dall’inizio trasparenti per tutti.

Se quindi al docente interessato è stato legittimamente assegnato il progetto, non vedo quale potrebbe essere il problema (uno dei criteri di assegnazione dei progetti non potrebbe certo essere quello di escludere i docenti che fruiscono dei permessi di cui alla legge 104 per assistenza al disabile).

Pertanto, anche per la seconda domanda la risposta è positiva.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads