Voglio insegnare. Cosa fare?

Sonia – Sono laureata il lettere ( vecchio ordinamento) e sono iscritta alle graduatorie di Istituto III fascia. Non ho mai insegnato. Questo perché’ ho preferito seguire un’altra strada. Ora mi trovo con il desiderio di iniziare ad insegnare. Quali possibilità’ ho non avendo nessuna abilitazione? Grazie in anticipo per la risposta.

3 anni di servizio su spezzone sono requisito per accedere al TFA speciale?

Monica – Spettabile redazione di orizzonte scuola, uno dei requisiti per poter accedere al tfa speciale è un’anzianità di servizio pari a 3 anni maturati tra l’a.s. 1999/2000 e il 2011/12. A tal proposito la mia domanda è: Il servizio prestato durante questi 3 anni deve essere a cattedra intera, o basta anche uno spezzone di ore?

TFA speciale: cosa significa che l’iscrizione è “perfezionabile”?

Arianna – Cara redazione, ho letto con attenzione il D.M. da voi prontamente pubblicato sui TFA SPECIALI e per quanto riguarda il test, non selettivo, e la soglia di 43 risposte esatte, pena 0 punti, mi sembra di capire che chi non arriverà a questa soglia potrà senz’ altro iscriversi al percrso abilitante, ma difficilimente otterrà l’ abilitazione. La matematica non è un’ opinione, o no?

Mobilità: i neo immessi in ruolo non possono richiedere passaggio di ruolo e/o di cattedra

Antonella – buongiorno, sono immessa in ruolo da sett. 2012 da concorso all’infanzia. quando posso trasferirsi alle medie x insegnamento ed. fisica avendo anche quell’abilitazione? c’è il vincolo dei 5 anni? la scuola in cui sono adesso fa parte di un comprensivo, all’interno del quale ci sono le sc medie cn disponibilità’ di una cattedra di ed fis. lasciata x pensione. Posso chiedere l’assegnazione su quel posto e viene considerato un trasfer interno? ho precedenza su chi proviene da altre scuole? dimenticavo, sto facendo l’anno di prova.grazie saluti

Supplenze dopo il 31/12: è illegittimo attribuire una supplenza fino “ad avente titolo”

Claudia – ho cominciato una supplenza su malattia nel gennaio  scorso. A marzo la collega che sostituisco ha cambiato modalità di  congedo avvalendosi della 104 per assistere un genitore con problemi di  salute. So che ha chiesto congedo fino a giugno. In segreteria mi hanno  però avvertito che non possono farmi un contratto da ora fino a giugno  poiché, qualora il genitore dovesse essere ricoverato oppure dovesse  venire a mancare, la collega non avrebbe più diritto al congedo, al che  io perderei la supplenza. Per cui vogliono farmi un contratto “fino  all’avente diritto”.  Ma è corretta come procedura?  Grazie.

Rientro dopo il 30 aprile: 90 o 150 giorni di assenza continuativi?

Scuola – gent.ma redazione avremmo bisogno di un chiarimento relativo al rientro  dei docenti dopo il 30 aprile, disciplinato dall’art. 37 ccnl 20007. la domanda è la  seguente : una  docente di scuola primaria in servizio  su posto di sostegno (classi 2^ e 4^) già assente dal 07/01/2013 al 30/04/2013 se rientra il 2 maggio 2013 dovrà essere a disposizione nel plesso di  servizio o nell’istituto (cioè per supplenze o attività negli altri tre plessi di scuola primaria appartenenti all’istituto comprensivo)?

Docenti inidonei, quale prospettiva?

S.P. – Ho letto sul conbs che il ministro Profumo ha firmato il decreto che noi docenti inidonei dobbiamo transitare obbligatoriamente nei ruoli ata, però la deputata Puglisi del pd ha proposto delle norme a nostro favore. Si può sapere qualcosa in più perchè la faccenda è molto poco chiara ed io sono una docente inidonea che ha fatto tantissimi aggiornamenti nel ruolo bibliotecario.

Ci sarà una seconda edizione del TFA ordinario?

Carlo – Spettabile redazione di Orizzonte scuola, in queste ultime settimane (e mesi) si è molto discusso sui tfa speciali, ma a prescindere da questa questione così controversa, vorrei sapere se ci sono elementi per capire se e quando verrà fatta una seconda edizione del tfa ordinario, e quali saranno le prospettive future per chi, una volta laureato, vorrà abilitarsi

Supplenze: il Dirigente non può licenziare il supplente per “rientro anticipato del titolare”

Maria – Ho necessità  di avere un consulto urgente. Ho sottoscritto un contratto di supplenza dal 13 febbraio all’8 giugno di quest’anno. Il titolare aveva preso un congedo retribuito per assistere il padre malato. Il padre ora è venuto a mancare e la scuola mi ha revocato il contratto perchè dice che è decaduto il principio giuridico per cui il titolare deve rientrare. Ma è giusta questa pratica.

Profumo firma il Decreto sul Tfa speciale. Come si svolgerà e i punteggi in graduatoria

MIUR – E’ stato firmato dal Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo il Decreto rettificativo e integrativo del D.M. N.249/2010 che, oltre a prevedere nuovi criteri di programmazione del numero dei posti dei docenti abilitati necessari per il funzionamento del sistema formativo nazionale, ha affiancato al Tfa ordinario, percorsi abilitanti riservati (il cosiddetto TFA speciale), come misura transitoria limitata a tre annualità (2012-13, 2013-14 e 2014-15).

Graduatoria interna di istituto: il caso del perdente posto (2011/12) trasferito d’ufficio o a domanda condizionata

Francesca – nonostante Orizzonte scuola abbia già trattato l’argomento, la delicatezza dello stesso, mi spinge a riproporre il seguente quesito. Nel mio Liceo sono ultima in graduatoria. Quest’anno, il 1 settembre 2012, è arrivata una collega con domanda condizionata, in quanto soprannumeraria di un’altra scuola. Nell’aggiornamento delle graduatorie interne verrà inserita a pettine o in coda prima del trasferito a domanda volontaria? Qualora fosse inserita a pettine, qual è la ratio che si cela dietro la tutela di un perdente posto, quando questo ne crea un altro, proprio nella scuola, dove quest’ultimo godeva di continuità? Grazie mille per la risposta.