Concorso: “oltre le 22 righe”. Prova scritta da annullare?

Valentina – Ho sostenuto la prova scritta del concorso per la scuola dell’infanzia. Ritengo di aver svolto una buona prova ma ad una domanda, ho dovuto oltrepassare lo spazio disponibile per scrivere le ultime parole della risposta. Ho visto che il MIUR ha dato delle indicazioni per quanto riguarda l’uso della penna blu o dell’ordine dei quesiti, ma nessuna indicazione riguardo il superamento dello spazio predisposto, che pure era uno degli argomenti presentati dai concorsisti nella lettera inviata al MIUR. Cosa significa questo? Cosa ci dobbiamo aspettare? La ringrazio

Lalla – gent.ma Valentina, in merito all’argomento "oltre le 22 righe" condividiamo quanto sta emergendo in alcune delle griglie di valutazione già predisposte dalle Commissioni

L’indicazione è "Si precisa che la prova scritta sarà valutata tenendo conto delle righe previste per lo svolgimento della stessa, senza escludere il completamento della frase o del periodo"

Pertanto l’indicazione secondo cui non era possibile sforare oltre lo spazio consentito rimane valida, fermo restando che le paroline in più scritte per completare la frase non possono certo costituire motivo di annullamento del quesito.

Concorso a cattedra, a che punto siamo? Le indicazioni per ogni regione

Concorso a cattedra: chiarimenti Miur su utilizzo penna blu, cancellature, inversione tracce

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads