Mobilità 2013/14: servizio “salva precari” e anno di pre ruolo

Ilaria – nella compilazione della domanda di mobilità mi è sorto un dubbio:  l’anno in cui ho lavorato con il salvaprecari(dal 1 febbraio fino al 30 giugno 2010 ho lavorato in una stessa scuola ma con diverse interruzioni  visto che la titolare rientrava nei periodi di festa, quindi ho svolto  165 giorni effettivi) è valido come anno di servizio preruolo?

Paolo Pizzo – Gentilissima Ilaria,

ai fini della valutazione di un anno scolastico come “pre ruolo”, per gli anni scolastici dal 1974/75 a oggi l’insegnante deve aver prestato servizio per almeno 180 giorni o ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale (si deve intendere che l’insegnante debba aver partecipato agli scrutini, anche se dal termine delle lezioni agli stessi non abbia avuto una proroga ma solo singoli contratti) o, in quanto riconoscibile, per la scuola dell’infanzia, fino al termine delle attività educative.

Giova ricordare che il decreto “salva precari” era utile esclusivamente al riconoscimento giuridico del punteggio ai fini dell’aggiornamento delle Graduatorie ad Esaurimento/Permanenti, ma non aveva effetti economici (ricordiamo che si percepiva la disoccupazione solo se il docente aveva i  requisiti per richiederla), né per il riconoscimento del “pre ruolo”.

Pertanto i 165 giorni da te svolti non bastano per dichiarare un anno di “pre ruolo” e dal quesito si evince chiaramente che dal 1 febbraio il servizio non è stato svolto ininterrottamente.

Questo anno scolastico non potrai indicarlo nella domanda di mobilità. Lo indicherai invece quando dovrai effettuare la ricostruzione di carriera al termine dell’anno di prova.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads