Prove scritte del concorso docenti: le griglie valutano ciò che non era richiesto nella traccia

Claudia e Annamaria – Ciao Lalla hai avuto modo di vedere la griglia Puglia? Se un candidato non ha fatto riferimento a ricerche (interdisciplinari, nazionali e internazionali e se non ha citato fonti, avrà in automatico 3 punti in meno per ogni domanda (9 punti!!!!!!!) pari a quasi 1 risposta in meno sui 4 quesiti!!!!!!

Se la ricerca e le fonti pesano 9 punti vuol dire che sono INDICATORI NASCOSTI oltre che non palesati prima dello svolgimento dei compiti. Inoltre in alcune regioni tali parametri non sono assolutamente citati.

Crediamo che il Miur debba rimediare con somma urgenza bloccando le valutazioni in corso e, per almeno rimediare all’errore commesso pubblicare quanto prima un’unica subgriglia valida a livello nazionale e renderla nota alle varie commissioni che dovranno attenersi solo e soltanto ad essa per valutare i compiti) il Miur deve intervenire presto per evitare che questa ingiustizia sia fermata.
Stiamo pensando di scrivere al Miur perchè è il Miur che deve sorvegliare e dettare le regole UNIFORMI DI VALUTAZIONE alle varie commissioni, che ne dici?

Lalla – gent.me, mi sembra di capire che il Miur sia di parere diverso, che anzi consideri un vantaggio l’aver proposto griglie di valutazione delle prove scritte a carattere regionale.

Concorso a cattedra, griglie di valutazione prove scritte. Il Ministro ne approva il carattere regionale

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads